Monza Brianza

CCRR aperti a Briosco, Renate e Veduggio (MB)

3 minuti di lettura

22/05/2018

19 maggio 2018Nell’ambito del percorso “Scuola Amica dell’UNICEF” i Comuni di Briosco, Renate e Veduggio della provincia di MB hanno organizzato i Consigli Comunali delle ragazze e dei ragazzi aperti alla cittadinanza.

I ragazzi hanno preparato delle interpellanze che hanno sottoposto ai Sindaci e a tutti i componenti del Consiglio Comunale.

Il 12 maggio presso la sala consigliare del Comune di Briosco alla presenza del Sindaco Anna Casati, di diversi consiglieri i ragazzi delle classi V dei plessi di Briosco e Capriano dell’I.C A. Sassi con la docente referente Ins. Odilla Agrati hanno presentato il progetto: "Pensare e agire. Movimenti di pensiero per una cittadinanza attiva" che ha come scopo realizzare un positivo incontro bambini adulti sul tema delle emozioni, dell'ascolto, dell'aiuto, della crescita. Sono stati proiettati i video realizzati dai ragazzi, in cui in un coinvolgente ed emozionante gioco delle parti, gli alunni diventano nonni, docenti e maestri. Si abbandonano cellulari e videogiochi che isolano le persone, per recuperare un vero rapporto di ascolto e aiuto con chi ci vuole bene. Si impara ad ascoltare le opinioni di tutti, senza escludere nessuno, ma riconoscendo valore e capacità di ciascuno, senza giudicare dalle apparenze.

Il 19 maggio è toccato ai ragazzi delle classi V  primaria e II della secondaria di primo grado dei Comuni di Renate e Veduggio, rispettivamente presso la sala del Consiglio Comunale e presso l’aula magna della scuola primaria "G. Segantini". Presenti il Sindaco di Renate Matteo Rigamonti e la vicesindaco di Veduggio Ambrogia Corti, oltre a consiglieri di maggioranza e minoranza.

I ragazzi della primaria hanno elaborato, seppur con sensibilità diversa, lo stesso progetto presentato a Briosco. I ragazzi della secondaria hanno elaborato il tema: "Non c'è libertà senza Legalità", portando a testimonianza le vite di Giovanni Falcone (a Renate), Giuseppe Impastato, don Pino Puglisi e Marisa Fiorani (Veduggio). La legalità non è solo un insieme di Leggi, ma ha a che fare con i diritti e i doveri di ciascuno. Tutti i presenti hanno apprezzato i lavori, riconoscendoli fondamentali per la crescita dei ragazzi e positivi per il futuro. Presenti per l'UNICEF la presidente Monza e Brianza Anna Miccoli entusiasta per i lavori presentati, il coordinatore scuola prof. F. Mandarano che ha proposto con un incontro con Salvatore Borsellino, la vicepresidente Marialuisa Sironi e alcuni volontari.

La vicesindaco di Veduggio ha comunicato che la giunta ha deliberato un contributo all'UNICEF a sostegno del progetto in Afghanistan "Quando la scuola va a casa delle bambine" a favore del diritto all'istruzione e della parità di genere .

22/05/2018

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama