Monza Brianza

Concerto per l'UNICEF

2 minuti di lettura

04/06/2019

18 maggio 2019 - Serata speciale sabato 18 maggio 2019 presso la palestra comunale di Renate: la Scuola di musica dell'I.C."A.Sassi" di Renate Veduggio Briosco, ha organizzato un bellissimo Concerto per l'Unicef, in particolare per i bambini dello Yemen che muoiono di fame sotto le bombe di un guerra dimenticata, in atto dal 2015. Le Amministrazioni Comunali dei tre Comuni hanno concesso il loro patrocinio, la giovane Pro-Loco renatese ha collaborato fattivamente, con il suo presidente Herbert Bonatesta, alla organizzazione della serata.

La serata è iniziata con i saluti del vicesindaco di Renate, Luigi Pelucchi e del Sindaco di Veduggio Maria Antonia Molteni, presenti con i rispettivi Assessori alla P.I.

Un filmato UNICEF sui bambini malnutriti dello Yemen è stato introdotto dal giovane allievo chitarrista, Gabriele Lochi, che con piglio sicuro ha presentato la serata.

Il Dirigente scolastico, Alessandro Fumagalli, ha segnalato ai presenti il successo della Scuola di musica, come progetto dell'Istituto Comprensivo, dove sono iscritti alunni dei tre Comuni.

La presidente del Comitato Provinciale per UNICEF di Monza e Brianza, Maria Luisa Sironi, ha sottolineato l'emergenza umanitaria dei bambini dello Yemen, la carenza di cibo e medicinali, le difficoltà per entrare e portare aiuti, ha invitato a riflettere sulla mission di UNICEF a favore dei bambini in difficoltà e ha ringraziato il direttore della Scuola di Musica per la proposta: "la musica e il tentativo di dare voce a Dio" ha commentato citando il Cardinale Ravasi.

Il Consigliere Nazionale UNICEF, Anna Miccoli, ha ringraziato l'I.C. "A.Sassi", i docenti tutti, in particolare il docente referente Odilla Agrati per il lavoro di cittadinanza attiva svolto negli ultimi  anni che ha permesso all'Istituto di ottenere la certificazione di Scuola Amica Unicef per cinque anni consecutivi e che è stato portato all'attenzione di UNICEF Italia. Il lavoro svolto nelle scuole come Presidente Provinciale l'ha aiutata ad essere eletta nel Direttivo Nazionale.

Allievi e maestri della Scuola di musica, sotto l'appassionata direzione del maestro Antonio Bonatesta, si sono cimentati in brani classici e moderni di autori impegnativi come Mozart, Paganini, Shostakovich, Piovani, Ed Sheeran e Gershwin. Agli strumenti protagonisti, chitarra, violino, sax e pianoforte si sono aggiunte le voci di giovanissime brillanti cantanti che hanno emozionato il folto pubblico presente.

Il coro di voci femminili ha chiuso con "I have a dream" degli Abba, prima del Canto degli Italiani, Inno d'ITALIA, di Mameli, con cui il maestro Bonatesta ha coinvolto tutti i presenti nel canto.

04/06/2019

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama