Vicenza

Il nuovo evento della scuola Scalcerle di Vicenza per l'UNICEF

2 minuti di lettura

11/04/2017

11 aprile 2017 - La scuola primaria “P. Scalcerle” è Ambasciatrice dell'UNICEF da più di vent’anni: ogni due si impegna ad organizzare un evento per raccogliere soldi da destinare al Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia.

Quest’anno è arrivata ai docenti delle scuole venete di ogni ordine e grado la richiesta dell’Ufficio Scolastico Regionale di promuovere attività sportive di vario genere al fine di sensibilizzare i ragazzi sull’importanza di praticare sport. Ecco allora che le insegnanti della scuola “P. Scalcerle” hanno deciso di organizzare una marcia a favore dell’Unicef: fare sport per fare solidarietà!

Così, il 23 aprile, insieme a tutti gli alunni (270) e alle loro famiglie, effettueranno una marcia non competitiva: “CORRI-AMO le Scalcerle - 1° marcia a sostegno dell’UNICEF”.

La marcia è aperta a tutti e il biglietto si può acquistare il mattino stesso, presso il cortile della scuola, facendo un’offerta libera.

Il percorso sarà di 5 km circa con due momenti di ristoro: uno a metà percorso, in via dei Ciliegi e uno all’arrivo. La partenza (alle ore 9) e l’arrivo (previsto intorno alle ore 11/12) si effettueranno presso il cortile della scuola. La marcia si snoderà poi per alcune vie del centro (via Rasa, via De Marchi, via dell’Eva) e zona Cappuccini (via Corso Campagna, via dei Morari, via delle Pioppe, via dei Ciliegi, via Cappuccini e via Biancospino).

Ad attendere i partecipanti all’arrivo, vi sarà il gruppo di sbandieratori “Alfieri della Regina” di Piovene Rocchette.

Il ricavato della vendita dei biglietti andrà a sostenere il Progetto “Bangladesh: proteggere i bambini lavoratori e di strada”: da anni la sezione UNICEF di Vicenza lo sta seguendo con ottimi risultati, riuscendo a cambiare la vita di tanti bambini in difficoltà. 

Il Progetto vuole fornire servizi di protezione e assistenza psicosociale per bambini e adolescenti in spazi a misura di bambino, ovvero centri aperti in luoghi strategici della città, dove è stata rilevata un’alta concentrazione di bambini a rischio. 

Operatori sociali qualificati si occupano di gestire le singole problematiche del bambino, trasmettendo nozioni di base per comportamenti sani e consapevoli nella vita quotidiana. 

Gli operatori sono spesso in contatto e lavorano a fianco delle famiglie dei bambini vulnerabili, per indirizzarle e supportarle.

In ogni Spazio a misura di bambino vengono assistiti 40 bambini, con 1.800 bambini assistiti ogni giorno in 45 spazi a misura di bambino sostenuti dall’UNICEF. Il costo al mese per centro è di 1.097 euro.

Documenti disponibili

Locandina dell'eventopdf / 594 kb

Download

11/04/2017

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama