[/italia/regioni/province/]
AREA

Toscana

Un Baby Pit Stop nella biblioteca di San Miniato

Baby_Pit_Stop_San_Miniato_Inaugurazione.png

19 ottobre 2020 - Il Baby Pit Stop di San Miniato è nato da un'iniziativa targata Unicef e dall'impegno del Club Soroptimist Valdarno Inferiore e del Comune di San Miniato.

Così dal 17 ottobre, bambini e mamme saranno i benvenuti sotto i loggiati di San Domenico, nella Biblioteca Luzi, dove è stato inaugurato il Baby Pit-Stop, un’area dove poter accudire in sicurezza e confort i propri bambini. Tra scaffali zeppi di file ordinate di libri si trova questo angolo riservato alle mamme con bambino, illuminato da una luce discreta che filtra dalle finestre, arredato con una poltrona per l’allattamento e con ceste colme di giochi e un fasciatoio nuovo nuovo, nel bagno, con tutto il necessario.

Come si capisce dal nome in questo pit stop invece di sostituire le gomme e effettuare il rifornimento di carburante alle Formule 1, si sostituiscono i pannolini e si allattano, al seno, i piccoli.

All’inaugurazione di questo spazio speciale hanno presenziato: la presidente "uscente" del Soroptimist Valdarno Inferiore insieme con la neo presidente, Rosita Pallesi e altre rappresentanti del Club Soroptimist; il vicensindaco del Comune di San Miniato Elisa Montanelli e l’assessore alla cultura Loredano Arzilli; Antonio Perfetto e Stefana Caradonna in rappresentanza del Comitato Prov.le Unicef di Pisa; Daniela Campisi vicepresidente della Commissione Pari Opportunità e Benedetta Gronchi neo-laureata in ostetricia, con una tesi sull’allattamento. "il Baby bit Stop è un servizio che arricchisce il territorio e la comunità e penso sia a chi vive a San Miniato, sia, soprattutto, a chi è ospite della nostra città - ha detto il vicesindaco Montanelli. Metterlo all'interno di una biblioteca è un modo per inserire nella cultura della collettività l'attenzione che abbiamo verso i diritti dell'infanzia e nei riguardi dei genitori".

"I Baby Pit-Stop vengono costituiti sia in aree culturali come musei e biblioteche, sia in esercizi o centri commerciali - ha commentato la neo presidente del Soroptimist Valdarno Inferiore, Rosita Pallesi - anche per favorire la cultura dell'allattamento, fondamentale per la mamma e per il bambino. Da notare che il progetto, che è stato sponsorizzato con entusiasmo dal nostro Club, è certamente fra i primi attuati dopo la firma del protocollo d'intesa tra Unicef e Soroptimist (12 ottobre scorso) ". I rappresentanti del Comitato Unicef di Pisa dopo un breve intervento sull'attività del Comitato hanno concluso citando le parole del Presidente Nazionale del Comitato Unicef, Francesco Samengo: “Allattare un bambino significa garantirgli il miglior inizio di vita possibile.

L’allattamento, oltre a dare enormi benefici alla salute e allo sviluppo del bambino e della madre, è ecocompatibile, protegge l’ambiente ed è economicamente sostenibile.



   Tags:  unicef pisa