[/programmi/programma/documenti/dettaglio.htm]

Acqua

Lavarsi le mani, un gesto semplice di vitale importanza. Anche contro Ebola

Un volontario guida un'attività di sensibilizzazione sull'igiene delle mani nell'ambito della campagna per la prevenzione di Ebola in Guinea, uno dei 3 Stati maggiormente colpiti dall'epidemia - ©UNICEF/NYHQ2014-1521/LaRose
Un volontario guida un'attività di sensibilizzazione sull'igiene delle mani nell'ambito della campagna per la prevenzione di Ebola in Guinea, uno dei 3 Stati maggiormente colpiti dall'epidemia - ©UNICEF/NYHQ2014-1521/LaRose
15 ottobre 2014 - Oggi viene celebrata la settima Giornata Internazionale per la Pulizia delle Mani (Global Handwashing Day). 

Secondo i dati recentemente lanciati dall’UNICEF e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), nel 2013 più di 340.000 bambini sotto i cinque anni - quasi 1.000 al giorno - sono morti per malattie diarroiche a causa della mancanza di acqua potabile e per le carenze nei servizi igienici di base.

In occasione di questa giornata, l’UNICEF ricorda l’importanza dell’igiene delle mani nella lotta contro il virus Ebola.

«Lavare le mani con il sapone è uno dei  ‘vaccini’ più economici ed efficaci contro le malattie virali, dall’influenza stagionale al comune raffreddore» spiega Sanjay Wijesekera, Responsabile UNICEF per il programma Acqua e Igiene. «I nostri team in Sierra Leone, Liberia e Guinea sottolineano l’importanza della pulizia delle mani come una delle misure necessarie per fermare la diffusione dell’Ebola. Non è una bacchetta magica, ma è un’ulteriore difesa, economica e facilmente reperibile

L’UNICEF sta portando avanti una campagna di sensibilizzazione su Ebola nei paesi colpiti dall'epidemia, e sta lavorando per contrastare le false credenze sulla malattia, che mettono in pericolo sempre più persone.

Abbiamo distribuito scorte per la protezione personale quali camici, guanti, disinfettanti, e oltre un milione e mzzo di saponette nella sola Sierra Leone, e altri milioni di pezzi in Liberia e Guinea.

«È chiaro che la soluzione non è semplice, e che occorre un enorme sforzo internazionale per arginare l'espansione di questa malattia» prosegue Wijesekera. «Tuttavia è di fondamentale importanza far conoscere le misure che possono essere adottate sin da subito, mentre nuovi strumenti di aiuto continuano ad arrivare dall’esterno. La pulizia delle mani è una di queste misure.»

Mentre la risposta all'emergenza Ebola grava pesantemente sui servizi sanitari degli Stati colpiti dall'epidemia, la pratica del lavaggio delle mani diventa ancora più importante per prevenire le malattie comuni.
 
La celebrazione annuale della Giornata Internazionale per la Pulizia delle Mani è un'occasione per sottolineare l’importanza di questa forma di igiene a base di acqua e sapone per prevenire infezioni comuni ma potenzialmente letali per l'infanzia, come la diarrea.
 
In molti Paesi nel mondo oggi vengono realizzate attività di informazione e promozione di questa pratica. 
 
In Sri Lanka, più di 38.000 studenti in 96 scuole hanno partecipato a iniziative incentrate sulla pulizia delle mani, con la partecipazione anche di esponenti politici e rappresentanti della società civile.
In Libano un messaggio SMS dal testo "Pensa alla salute, lavati le mani" sarà inviato a centinaia di migliaia di utenti.
In Mali viene realizzata una campagna informativa sui media con eventi sul lavaggio delle mani e la distribuzione di saponette in numerose scuole.
Altre iniziative sono previste in Gambia, Nigeria, Cambogia e in molti altri paesi.