[/unicefpeople/goodwillambassador/documenti/dettaglio.htm]
AREA

Ambasciatori internazionali

Il tennista Djokovic nominato Goodwill Ambassador dell'UNICEF

Novak Djokovic e la vicepresidente dell'UNICEF Yoka Brandt nel corso della cerimonia di nomina del tennista serbo a Goodwill Ambassador - ©UNICEF/NYHQ2015-2048/Nesbitt
Novak Djokovic e la vicepresidente dell'UNICEF Yoka Brandt nel corso della cerimonia di nomina del tennista serbo a Goodwill Ambassador - ©UNICEF/NYHQ2015-2048/Nesbitt
27 agosto 2015
27 agosto 2015 - L'UNICEF ha annunciato ieri la nomina di Novak Djokovic a suo Goodwill Ambassador

Djokovic, numero uno del tennis mondiale, si è impegnato per aiutare i bambini più vulnerabili già nel suo precedente ruolo di Ambasciatore dell'UNICEF Serbia (dal 2011) e con la Novak Djokovic Foundation.

Il vicedirettore generale dell’UNICEF Yoka Brandt si è congratulato con Djokovic per il suo nuovo ruolo nel corso di un evento organizzato presso il quartier generale dell'UNICEF a New York, al quale era presente anche Jim Kim, presidente della Banca Mondiale

«Novak Djokovic è un vero campione e un esempio per i bambini di tutto il mondo» ha affermato Brandt «Egli ha dimostrato che una voce autorevole e azioni incisive possono fare la differenza per i bambini, soprattutto per i più piccoli.»

Un momento di una visita compiuta nel 2012 da Novak Djokovic in veste di Ambasciatore dell'UNICEF Serbia in un asilo nel villaggio di Lesnica, nei dintorni di Belgrado. L'asilo è stato istituito con l'assistenza finanziaria dell'UNICEF. La Serbia ha un tasso di istruzione prescolare fra i più bassi d'Europa. - ©UNICEF/NYHQ2012-1154/Maccak Un momento di una visita compiuta nel 2012 da Novak Djokovic in veste di Ambasciatore dell'UNICEF Serbia in un asilo nel villaggio di Lesnica, nei dintorni di Belgrado. L'asilo è stato istituito con l'assistenza finanziaria dell'UNICEF. La Serbia ha un tasso di istruzione prescolare fra i più bassi d'Europa. - ©UNICEF/NYHQ2012-1154/Maccak

«Sono onorato di essere diventato un ambasciatore internazionale dell'UNICEF per continuare a difendere e sostenere i diritti dei minori, l'accesso alle cure per la prima infanzia e lo sviluppo per ogni bambino e ogni bambina», ha dichiarato a sua volta il tennista serbo. 

«I primi anni di vita di un bambino sono cruciali. Quando sono ben nutriti e curati nei loro primi anni, i bambini hanno più probabilità di sopravvivere, di crescere in modo sano, di avere un minor numero di malattie, di sviluppare il pensiero, il linguaggio, le capacità relazionali e di diventare cittadini produttivi e apprezzati della società» ha aggiunto. «Mi impegno ad aiutare l'UNICEF a fornire assistenza di qualità e sviluppo ai bambini, soprattutto quelli più vulnerabili, ad aiutarli a costruire un futuro migliore per loro stessi, le loro famiglie, e le loro comunità».

Djokovic si unisce a una folta lista di celebrità impegnate nella veste di Goodwill Ambassador dell'UNICEF, del passato e del presente, che annovera nomi come Danny Kaye, Audrey Hepburn, David Beckham, Harry Belafonte, Orlando Bloom, Katy Perry, Roger Moore, Shakira, Maxim Vengerov, Serena Williams e molti altri.