[/unicefpeople/goodwillambassador/documenti/dettaglio.htm]
AREA

Ambasciatori e Testimonial

"Ultimo" partner dell'UNICEF nel Tour 2020 negli stadi italiani

La locandina con le date del Tour negli Stadi 2020 di Ultimo - ©WordsForYou/2019
La locandina con le date del Tour negli Stadi 2020 di Ultimo - ©WordsForYou/2019
9 luglio 2019
9 luglio 2019 – Dopo avere incantato il pubblico romano con il suo live del 4 luglio "La Favola" (oltre 60.000 spettatori allo Stadio Olimpico), Ultimo annuncia le tappe del suo attesissimo tour dell'estate 2020 e presenta la partnership con l'UNICEF Italia a beneficio dei bambini di tutto il mondo.

Il 23enne cantautore romano è il più giovane artista italiano a esibirsi negli stadi delle più importanti città italiane.

Il Tour, prodotto e distribuito da Vivo Concerti, toccherà 8 città:

  • stadio Artemio Franchi, Firenze, sabato 6 giugno 2020, 
  • stadio San Paolo, Napoli, 13 giugno 2020
  • stadio San Siro, Milano, 19 giugno 2020
  • stadio Alberto Braglia, Modena, 26 giugno 2020
  • stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia, Pescara, 4 luglio 2020
  • stadio San Nicola, Bari, 11 luglio 2020
  • stadio San Filippo, Messina, 15 luglio 2020
  • Circo Massimo a Roma, 19 luglio 2020.
Con il tour negli stadi Ultimo sosterrà l’UNICEF, che tutela e promuove in tutto il mondo i diritti di bambini e adolescenti, per contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita.

Da sempre vicino agli ultimi, che ha scelto di ricordare fin dal nome d'arte e che sostiene con un impegno costante e concreto, il cantautore devolverà parte dell’incasso ricavato dall’acquisto dei biglietti ai progetti UNICEF in Mali di lotta contro la malnutrizione e a sostegno di vaccinazioni, impianti idrici e servizi igienico-sanitari. 

«Ultimo è il simbolo di una generazione, un cantante dall’animo sensibile in grado di raccontare il mondo complicato che viviamo oggi» afferma Francesco Samengo, Presidente dell’UNICEF Italia. «Per questo siamo orgogliosi che abbia deciso di devolvere parte del ricavato della tournée all’UNICEF e aiutare in questo modo tanti bambini e giovani in Mali dove più di 1,5 milioni hanno bisogno di assistenza.»
 
Dal popolare quartiere romano di San Basilio, dove l’artista è nato e cresciuto, là dove incontra i suoi amici di sempre, dove trova le radici più profonde che lo ancorano saldamente alla realtà, si sviluppa una storia favolosa, che ha sempre più i connotati di un sogno che si avvera.
 
Quello di un ragazzo partito con la sua voce e il suo pianoforte dalla periferia, e dai piccoli locali di San Lorenzo a Roma per arrivare nel giro di un anno e mezzo a traguardi più grandi, dai club ai 19 palasport sold out del “Colpa delle Favole Tour” e ora gli stadi, con oltre 300.000 biglietti venduti ad oggi.

Un successo che da oggi diventa una nuova fonte di energia per alimentare i sogni di tanti bambini, in tutto il mondo.