[/unicefitalia/documenti/dettaglio.htm]
AREA

Ospedali Amici dei bambini

Il S. Maria del Prato di Feltre (BL) confermato "Ospedale amico dei bambini"

Da sin.:  Marianna Lorenzoni (Dir. medico Ospedale Feltre), Valentina Bianchet (referente BFHI), Laura Favretti (primario Ginecologia), il sindaco di Feltre Paolo Perenzin, Elda Cengia (Coord. ostetrico), e M. Cristina Zoleo (pres. UNICEF Belluno)
Da sin.: Marianna Lorenzoni (Dir. medico Ospedale Feltre), Valentina Bianchet (referente BFHI), Laura Favretti (primario Ginecologia), il sindaco di Feltre Paolo Perenzin, Elda Cengia (Coord. ostetrico), e M. Cristina Zoleo (pres. UNICEF Belluno)
27 settembre 2019 - L’UNICEF Italia ha consegnato all’Ospedale S. Maria del Prato di Feltre (BL) la pergamena che riconferma il riconoscimento internazionale UNICEF/OMS di “Baby Friendly Hospital”, ovvero di “Ospedale Amico dei Bambini”.
 
L’iniziativa internazionale “Baby Friendly Hospital” è stata lanciata nel 1991 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dal Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia (UNICEF) per assicurare che tutti gli ospedali accolgano nel miglior modo possibile i bambini neonati e che divengano centri di sostegno per l’allattamento.

«In Italia sono attualmente riconosciuti 29 ospedali che con le 7 Comunità Amiche dei Bambini, i 3 Corsi di Laurea Amico dell’Allattamento e gli oltre 800 Baby Pit Stop, formano il programma UNICEF: Insieme per l’Allattamento» ha dichiarato Francesco Samengo, Presidente dell’UNICEF Italia.
 
«Nell’Ospedale di Feltre si è notata un’attenzione particolare alle donne in gravidanza, che riferiscono un alto grado di soddisfazione per le informazioni ricevute. Dalle interviste è emerso nettamente l’apprezzamento per l’esperienza del contatto pelle a pelle in sala parto e la valorizzazione delle capacità innate di neonato e madre.»
 
L’obiettivo del programma è quello di aumentare il numero di bambini allattati, rendendo protagonisti i genitori, informandoli e sostenendoli nelle scelte per l’alimentazione e le cure dei propri bambini.
 
Le azioni inserite in questo percorso non apportano solo benefici di salute per il bambino, la madre e la società rispetto alla nutrizione, ma sono anche in grado di favorire la relazione madre-bambino e i processi di attaccamento dei genitori.
 
Questa è la prima volta che l’ospedale viene rivalutato, dopo aver superato il percorso iniziale intrapreso nel 2010 e conclusosi con la nomina di “Ospedale Amico dei Bambini OMS/UNICEF” nel 2015.
 
Il percorso fa parte di un progetto regionale di “Coordinamento e sviluppo rete per l'allattamento”, che ha portato a ben sette Ospedali riconosciuti dall’UNICEF “Amici dei bambini” nel Veneto (per primi San Bonifacio e Bassano del Grappa a cui si sono aggiunti, negli anni, Feltre, Bussolengo, Mestre e, nel 2018, Santorso e Negrar).
 
Il Direttore Generale dell'Azienda ULSS 1 Dolomiti, dott. Adriano Rasi Caldogno, ha così commentato l'evento: «la riconferma di ospedale amico dei bambini per l'ospedale di Feltre è motivo di orgoglio per l’Azienda Ulss Dolomiti.
 
La Direzione ha da sempre supportato questa iniziativa, in quanto coerente con le strategie aziendali di promozione di stili di vita salutari per la popolazione.
 
Da parte nostra c'è la volontà di continuare ad investire nella salute dei neonati e delle loro mamme attraverso una collaborazione di tutte le figure professionali che operano nel percorso nascita, per mantenere i requisiti previsti dall'iniziativa “ospedale amico dei bambini».