[/paesi/paese/documenti/dettaglio.htm]

progetti

Malawi, aperto il primo centro studi dell'Africa per l'uso dei droni nei progetti umanitari

© UNICEF/UN070530/Brown
© UNICEF/UN070530/Brown

14 gennaio 2020 – L’UNICEF annuncia l’apertura a Lilongwe (capitale del Malawi della prima African Drone and Data Academy (ADDA), un centro specializzato per la promozione dell'impiego dei droni in progetti che hanno un impatto su bambini e ragazzi.

La classe inaugurale dell'ADDA comprende 26 studenti: 16 del Malawi e 10 provenienti da altri paesi dell'Africa. Oltre metà degli studenti (55%) sono ragazze laureate in scienze, tecnologia o ingegneria.

«I programmi umanitari e per lo sviluppo, in Africa e non solo, possono sensibilmente beneficiare dell’applicazione della tecnologia dei droni» afferma Henrietta Fore, Direttore esecutivo dell'UNICEF.

«L’African Drone and Data Academy sarà uno strumento per dare ai giovani le competenze di cui hanno bisogno per utilizzare la tecnologia a favore dei bambini e delle loro comunità.»

Continuando il lavoro avviato con il primo corridoio africano per droni umanitari, aperto in Malawi nel 2017, l’ADDA svilupperà competenze nell'uso dei droni per obiettivi umanitari, di sviluppo e commerciali in tutto il continente, attraverso un corso di formazione della durata di 12 settimane.

Obiettivo del corso è formare 150 studenti a costruire e pilotare droni entro il 2021. I fondi donati da partner dell’UNICEF assicureranno lezioni gratuite al primo gruppo di 26 studenti.

«In Malawi crediamo fortemente che adottare tecnologie moderne come droni, analisi dei dati e tecniche di gestione avanzate ci consentirà di aiutare meglio i bambini. Siamo fieri della collaborazione con l’UNICEF in un progetto così ambizioso» dichiara James Chakwera, direttore del Dipartimento dell’Aviazione civile del Malawi.

Il corso è stato sviluppato in collaborazione con il Virginia Tech (il Politecnico statale della Virginia, USA) a seguito di una serie di corsi di formazione tenuti in Malawi sin dal 2017. Il corso combinerà metodologie teoriche e pratiche per la realizzazione, il test e la messa in volo dei droni.

Entro il 2022, l'Accademia gestirà un master biennale gratuito in tecnologia dei droni, in collaborazione con la Malawi University of Science and Technology (MUST).

Il piano di studio dell'Accademia contribuirà a costruire competenze a livello locale e a sviluppare un ambiente favorevole per l'emergere di modelli di business sostenibili nell'utilizzo dei droni per missioni umanitarie e di sviluppo. 

«L'ADDA riflette il costante impegno del Virginia Tech nell'applicazione innovativa della tecnologia dei droni e nell'istruzione, in Malawi e nel continente africano» conclude Kevin Kochersberger, professore associato alla Virginia Tech, coordinatore del progetto.

«L'accademia fornirà ai laureati le competenze necessarie per le professioni che utilizzano droni, dall'agricoltura alla sanità, al monitoraggio delle risorse naturali.»