A Homs (Siria) 210.000 bambini in disperato bisogno di aiuto

3 minuti di lettura

03/02/2013

Dona ora

Una missione congiunta delle Nazioni Unite, alla quale ha partecipato anche l'UNICEF, nel Governatorato di Homs (Siria occidentale) ha rilevato che 420.000 persone, metà delle quali bambini, necessitano di assistenza umanitaria immediata.

La missione, durata un mese, si è appena conclusa. Circa 700.000 persone nel territorio del Governatorato sono state gravemente colpite dal conflitto attuale: nel conteggio rientrano circa 635.000 persone sfollate dalle loro case, diverse migliaia di profughi di ritorno (returnees) e le famiglie che ospitano sfollati.

«I bambini sono quelli maggiormente colpiti», ha dichiarato Mark Choonoo, specialista UNICEF per le emergenze, che ha preso parte alla missione.

«La maggior parte dei bambini che ho visto mostravano segni di forte stress. È estremamente importante raggiungerne quanti più possibile per dare loro gli aiuti necessari e per far fronte alle loro traumatiche esperienze.»

Su 1.500 scuole presenti a Homs, si stima che 200 siano state danneggiate a causa dei combattimenti – e che altre 65 siano diventate rifugi per i bambini e le loro famiglie. Tutto ciò ha conseguenze dirette sulla frequenza dei bambini a scuola e sulla qualità della loro istruzione.

Durante l'ultimo giorno della missione, l'UNICEF ha visitato Talbiseh, una città situata circa 30 km. a nord di Homs, dove l'anno scorso sono avvenuti pesanti combattimenti.

L'azione dell'UNICEF nel Governatorato di Homs ha incluso la distribuzione di coperte, trapunte, kit per l'igiene familiare, vestiti per bambini e attrezzature didattiche di emergenza.

Nella sola Talbiseh l'UNICEF ha distribuito 1.000 trapunte, 1.000 kit igienici e 2.000 vestiti per bambini.

Le priorità principali includono anche programmi di sostegno psicologico per i bambini, scolarizzazione di emergenza e ricostruzione dei sistemi idrici.

L'UNICEF ha recentemente lanciato un appello per 68,5 milioni di dollari per portare avanti in Siria programmi umanitari nei primi 6 mesi del 2013. Fino ad ora è stata raccolta solo una parte dei fondi necessari - poco meno di 8 milioni di dollari.

Come puoi aiutare i bambini nella Siria 

 Anche tu puoi contribuire a salvare la vita dei bambini con una donazione online oppure con uno degli altri modi per donare:

bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia, specificando la causale “Emergenza Siria”  
carta di credito online sul nostro sito oppure telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000
bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, specificando la causale “Emergenza Siria"
- donazione presso il Comitato UNICEF della tua città (trova qui quello più vicino a te)

03/02/2013

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama