Afghanistan: appello umanitario di 2 miliardi di dollari per i bisogni di 24 milioni di persone – la metà bambini

4 minuti di lettura

07/12/2021

L’UNICEF ha lanciato l’appello-paese più grande di sempre per rispondere urgentemente ai bisogni umanitari di oltre 24 milioni di persone in Afghanistan, metà dei quali sono bambini. L’appello dell’UNICEF, per 2 miliardi di dollari, aiuterà a evitare il collasso dei servizi sanitari, per la nutrizione, l’acqua e i servizi igienico-sanitari, l’istruzione e altri servizi sociali vitali per i bambini e le famiglie.

Mentre la situazione umanitaria continua a peggiorare in Afghanistan, si verificano allarmanti interruzioni dei servizi per la salute e la nutrizione, una disastrosa crisi alimentare, siccità, epidemie di morbillo, diarrea acquosa acuta, polio e altre malattie prevenibili, insieme al devastante inizio dell'inverno.

L’attuale situazione umanitaria in Afghanistan è terribile, soprattutto per i bambini. L'inverno è già iniziato e, senza ulteriori finanziamenti, l'UNICEF e i partner non saranno in grado di raggiungere i bambini e le famiglie che hanno più bisogno di noi,” ha dichiarato Alice Akunga, Rappresentante UNICEF in Afghanistan ad interim. “Mentre le famiglie lottano per avere cibo nutriente a tavola e i sistemi sanitari vengono ulteriormente stressati, milioni di bambini afghani sono a rischio fame e morte. Altri lottano per accedere all’acqua e ai servizi igienico-sanitari, sono tagliati fuori dalle scuole ed esposti a maggiore rischio di violenza. Mentre la disperazione delle famiglie e dei bambini aumenta, l’UNICEF sta facendo tutto il possibile per salvare e proteggere i bambini.”

L’UNICEF stima che un bambino su due sotto i 5 anni soffrirà di malnutrizione acuta nel 2022 a causa della crisi nutrizionale e dello scarso accesso ad acqua e a servizi igienico-sanitari. Continuano le epidemie di malattie pericolose per la vita, con oltre 60.000 casi di morbillo registrati nel 2021. Si stima che 8 afghani su 10 bevano acqua contaminata batteriologicamente. Inoltre, 10 milioni di bambini rischiano di abbandonare la scuola se gli stipendi degli insegnanti non verranno pagati e questi paralizzanti livelli di povertà continueranno.

Circa 4,5 milioni di bambini hanno bisogno di supporto per la salute mentale e psicosociale. Con le difficili condizioni invernali, dove le temperature possono raggiungere i -12 gradi, le famiglie lottano per riscaldare le proprie case e tenere i bambini al caldo.
Guidato dai principi umanitari, l’UNICEF darà priorità agli interventi salvavita per curare i bambini e fornire altri aiuti vitali. La risposta dell’UNICEF aiuterà ad assicurare continuità dei servizi essenziali prevenendo il collasso dei sistemi che sono fondamentali per i bambini, salvaguardando allo stesso tempo le conquiste duramente raggiunte, compresa la protezione dei diritti delle donne e delle ragazze.

L’UNICEF pianifica di utilizzare i fondi per ampliare i servizi per: curare un milione di bambini con malnutrizione acuta grave; vaccinare 10,5 milioni di bambini contro il morbillo; fornire acqua sicura a 11,5 milioni di persone; assicurare che 7,5 milioni di bambini abbiano accesso all’istruzione; espandere l’utilizzo di trasferimenti in denaro a scopi umanitari per rispondere ai bisogni di base dei bambini e delle famiglie più vulnerabili.

“L’UNICEF invita fortemente i donatori a supportare i bambini dell’Afghanistan attraverso il suo appello umanitario,” ha aggiunto Akunga. “Dobbiamo ricordare la nostra comune umanità e fare tutto il necessario per mantenere i bambini in vita, ben nutriti, al sicuro e in grado di imparare. Non sarà facile, ma con la vita e il benessere di così tanti bambini in gioco, dobbiamo essere all'altezza della sfida. Facciamo appello alla comunità internazionale affinché stia dalla nostra parte, spalla a spalla, in modo che i bambini dell'Afghanistan possano avere la vita e il futuro che spetta loro per diritto".

Grazie al supporto immediato dei donatori all’appello dell’UNICEF per il 2021, l’UNICEF ha potuto fornire servizi salvavita, compresi alimenti terapeutici pronti all’uso per nutrire i bambini affamati; il trasporto dell'acqua alle comunità più bisognose, gli aiuti per l'istruzione ai bambini, comprese le ragazze, e gli ambulatori sanitari mobili per portare cure mediche urgenti direttamente alle famiglie e ai bambini vulnerabili in zone difficili da raggiungere, che stanno dando sollievo ai più in difficoltà.

07/12/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama