Afghanistan: avviata la quarta tornata della campagna di vaccinaione contro la polio

3 minuti di lettura

15/12/2021

La quarta tornata della campagna nazionale di vaccinazione contro la polio in Afghanistan è iniziata questa settimana, dal 13 al 16 dicembre 2021, e avverrà in contemporanea con il Pakistan per ottimizzare gli sforzi di eradicazione transfrontaliera della polio.

La campagna si rivolge a 9,9 milioni di bambini di età compresa tra 0 e 59 mesi, in tutto il paese. Nelle regioni meridionali e orientali, e nelle province di Pakitia e Ghazni nel sud-est, Ghor nell'ovest, e Balkh nel nord, la campagna è prevista una settimana dopo, questo mese.

Questa è la seconda campagna per raggiungere i bambini in aree precedentemente inaccessibili dal programma antipolio. La campagna di novembre 2021 ha fornito vaccinazioni antipolio per 8,5 milioni di bambini sotto i cinque anni, compresi 2,4 milioni di bambini che sono stati vaccinati per la prima volta in più di tre anni.

"Stiamo intensificando gli sforzi per raggiungere il numero massimo di bambini in tutto il paese, ma abbiamo bisogno di un accesso continuativo per costruire rapidamente l'immunità contro la polio, soprattutto nelle aree che non siamo stati in grado di raggiungere negli ultimi anni", ha dichiarato Dapeng Luo, rappresentante dell'OMS in Afghanistan. "La campagna di novembre è stata un enorme balzo in avanti e la prossima campagna rafforzerà ulteriormente i progressi che stiamo compiendo. Altre sei campagne sono previste per il 2022 e dobbiamo assicurarci che siano attuate tempestivamente e che raggiungano tutti i bambini", ha continuato.

Fino ad oggi, il 2021 è stato l'anno di più bassa trasmissione di polio sia in Afghanistan che in Pakistan. È la migliore opportunità per interrompere la trasmissione del poliovirus selvaggio e raggiungere l'eradicazione.

Finora sono stati segnalati quattro casi di poliovirus selvaggio di tipo 1 (WPV1) nel paese. Il primo caso di WPV1 del 2021 è stato segnalato nel gennaio 2021 dalla provincia di Ghazni nella regione sudorientale, mentre gli altri tre casi sono stati segnalati in ottobre e novembre dalla provincia di Kunduz nella regione nordorientale.

Il programma antipolio ha messo in atto misure urgenti per aumentare l'immunità a Kunduz e in altre aree ad alto rischio per fermare l'epidemia di polio e proteggere i bambini da questa malattia paralizzante, ma prevenibile.

"La vaccinazione è uno degli interventi di salute pubblica più efficaci dal punto di vista dei costi, che salva la vita dei bambini e contribuisce a un futuro migliore per i bambini afgani", ha dichiarato Alice Akunga, rappresentante dell'UNICEF ad interim. "Dobbiamo intensificare i nostri sforzi per raggiungere tutti i bambini, specialmente quelli che ne hanno più bisogno, per mettere sotto controllo la polio", ha dichiarato.

Gli operatori in prima linea sono il pilastro del successo delle attività di vaccinazione e sono rimasti risoluti nel consegnare i vaccini contro la polio ad ogni bambino in Afghanistan. Il programma contro la polio esorta tutti i leader, le parti interessate e le comunità a garantire la sicurezza di tutti gli operatori di prima linea per la buona riuscita della campagna.

15/12/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama