Aiuti UNICEF alle famiglie fuggite da Kobane sotto assedio

1 minuto di lettura

21/10/2014

21 ottobre 2014 - L'UNICEF ha inviato aiuti umanitari di prima necessità - kit igienici, coperte, acqua e biscotti ad alto contenuto proteico - nell’area a nord di Aleppo (Siria), dove migliaia di bambini hanno trovato rifugio dalla città di confine siriana di Ain al Arab (più nota con il nome curdo di Kobane), da settimane sotto assedio da parte delle milizie dello Stato Islamico (ISIS).

Squadre di volontari della Mezzaluna Rossa siriana distribuiranno gli aiuti a circa 1.000 famiglie sfollate da Kobane.

«Questo è un piccolo ma significativo passo in avanti, nel nostro impegno di arrivare ai bambini più difficili da raggiungere a causa del conflitto» ha detto Hanaa Singer, Rappresentante UNICEF in Siria. «Speriamo di vedere progressi ancor più grandi in Siria, nelle prossime settimane.»

Anche prima della battaglia per il controllo della città, Kobane non aveva ricevuto alcun aiuto umanitario negli ultimi 12 mesi.

Entro la fine di questa settimana, l’UNICEF farà parte di un convoglio umanitario delle Nazioni Unite che porterà aiuti anche ad Afrin e in altre città nel nord-ovest della Siria che sono rimaste isolate da almeno sei mesi.

21/10/2014

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama