Arrivati nuovi aiuti UNICEF contro l'epidemia COVID-19 nello Yemen in guerra

2 minuti di lettura

30/05/2020

31 maggio 2020 - In risposta all'aumento del numero di casi di COVID-19 nello Yemen, ieri un aereo noleggiato dall'UNICEF è atterrato all'aeroporto di Sana'a con aiuti di emergenza per contribuire a contenere la diffusione della malattia nel paese, lacerato da 5 anni di guerra civile.

Il carico comprende dispositivi di protezione individuale (DPI) - camici, stivali, maschere filtranti e guanti sterili, destinati agli operatori sanitari in prima linea nella lotta all'epidemia.

«Questi aiuti permetteranno ai nostri coraggiosi partner, gli operatori sanitari, che lavorano 24 ore su 24, di affrontare in modo sicuro e più efficace la diffusione di COVID-19» afferma Sara Beysolow Nyanti, Rappresentante dell'UNICEF nello Yemen. «Nonostante l'incertezza che la pandemia ha portato con sé, l'UNICEF è rimasto e sta raggiungendo i bambini e le famiglie in difficoltà in tutto il paese. Una solida e sostenibile catena di aiuti ci permetterà di continuare a fare la nostra parte.»

«L'epidemia di COVID-19 ha creato nello Yemen un'emergenza nell'emergenza, dove solo metà delle strutture sanitarie sono funzionanti e dove quasi tutti i bambini - oltre 12 milioni in totale – hanno bisogno di assistenza umanitaria, tra cui quasi mezzo milione che soffre di malnutrizione acuta grave»  ricorda il Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo. «Un paese. lo Yemen, dove più di 8.600 bambini sono stati uccisi o feriti dall'inizio del conflitto cinque anni fa, e 3.500 minorenni sono stati reclutati,»

Queste forniture aiuteranno almeno 1.600 operatori sanitari, negli ambulatori, negli ospedali e nelle unità di isolamento COVID del paese, a fornire assistenza sanitaria di base e servizi nutrizionali per un periodo di tre mesi.

Gli aiuti sono stati forniti grazie al generoso sostegno del Governo australiano e dell'Agenzia Internazionale per lo Sviluppo della Banca Mondiale (International Development Association-World Bank). Altri aiuti, che comprenderanno kit per i test COVID-19, sono previsti nelle prossime settimane.

Mentre i donatori internazionali si riuniscono martedì 2 giugno per fissare gli impegni di spesa a sostegno della risposta umanitaria nello Yemen, l'UNICEF ha stabilito in 50 milioni di dollari la somma necessaria per finanziare il suo intervento umanitario contro il COVID-19 per i bambini yemeniti.

30/05/2020

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama