Bambini della Siria, video-appello dalla Giordania

1 minuto di lettura

14/07/2013

Il campo profughi di Za'atari, nel deserto della Giordania, è una vera e propria città - virtualmente, una delle più popolose del paese - sorta dal nulla in pochi mesi, a seguito dell'afflusso di decine di migliaia di famiglie in fuga dal conflitto nella confinante Siria. Qui vivono almeno 120.000 rifugiati, per circa metà bambini e ragazzi sotto i 18 anni.

L'UNICEF è impegnato per garantire alla popolazione del campo l'approvvigionamento di acqua potabile, condizioni minime di igiene, vaccinazioni, monitoraggio nutrizionale, scuole provvisorie e spazi protetti in cui i bambini possano giocare e socializzare (per conoscerle in dettaglio visita questo report aggiornato sul nostro intervento umanitario).  

Per garantire la continuità di questi servizi a fronte di un afflusso crescente di rifugiati, l'UNICEF fa affidamento esclusivamente su donazioni pubbliche e private.

Questo appello alla solidarietà è rivolto da Michele Servadei, esperto italiano e vice-Rappresentante dell'UNICEF in Giordania.

Per maggiori info e per donare: www.unicef.it/siria

14/07/2013

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama