Call4Earth, 100 ragazzi insieme nell’Hackathon organizzato da UNICEF-IAIA Italia-Earth Day Italia

5 minuti di lettura

17/10/2022

Ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia si sono riuniti gli scorsi 15 e 16 ottobre per partecipare a "Q-Hack4.0 Call4Earth - Youth Hackathon for COP27, iniziativa organizzata da UNICEF Italia in partnership con International Association for Impact Assessment/IAIA Italia e in collaborazione con Earth Day Italia.

L'attuale crisi climatica è sempre più una crisi dei diritti dei bambini e dei giovani: secondo l'UNICEF il 99% della popolazione infantile mondiale è già stato esposto ad almeno uno shock climatico o ambientale e circa 1 miliardo di bambini - quasi la metà dei 2,2 miliardi di bambini del mondo - vive in uno dei 33 paesi classificati come "a rischio estremamente elevato" per le conseguenze dei cambiamenti climatici.

Proprio ai giovani si è rivolto l'Hackathon, con l'obiettivo di promuoverne l'impegno e la partecipazione attiva sulla crisi climatica e ambientale in vista di COP27.

Organizzati in gruppi di lavoro, guidati dai giovani del gruppo Younicef e dagli esperti di Earth Day Italia e IAIA Italia, i partecipanti attraverso la piattaforma tecnologica Q-Cumber hanno avuto accesso a dati e strumenti di elaborazione, acquisendo una nuova consapevolezza sulle problematiche di determinati territori.

A questo punto, in un percorso di progettazione partecipata e di cittadinanza attiva, i ragazzi hanno elaborato soluzioni da proporre alle comunità individuate come più minacciate con l'obiettivo di rendere i territori di riferimento più sani e resilienti.

Transizione energetica, mobilità alternativa e monitoraggio delle emissioni di gas

Tra le soluzioni proposte per combattere il cambiamento climatico e la crisi ambientale:

  • accelerazione della transizione energetica, a partire dall'istallazione di impianti geotermici, alla produzione di biogas, fino al fotovoltaico distribuito e alla progettazione di comunità energetiche;
  • lo sviluppo di sistemi di mobilità alternativa, dalla realizzazione di idrovie per sfruttare i fiumi e ridurre l'impatto del trasporto su gomma, al potenziamento della micromobilità elettrica cittadina;
  • un'attività di gestione e monitoraggio per ridurre le emissioni di gas metano degli allevamenti intensivi.


L'intero progetto e le idee più interessanti elaborate dai giovani con il supporto scientifico di IAIA Italia saranno oggetto di una pubblicazione, curata da Earth Day Italia, che sarà portata dall'UNICEF all'attenzione dei decisori politici coinvolti nei negoziati per il Clima delle Nazioni Unite (COP27), in programma a Sharm El-Sheikh in Egitto dal 6 al 18 novembre 2022.

Inoltre, le proposte elaborate dai ragazzi concorreranno, assieme alle altre già arrivate da studenti e giovani startupper, ad una speciale edizione della Call4Earth che Earth Day Italia ha lanciato in partnership con Donna Moderna. Ad essere premiata sarà la soluzione che avrà saputo unire innovazione, creatività e sostenibilità.

All'Hackathon, moderato da Chiara Ricci, Responsabile Ufficio Sostenibilità e Climate Change dell'UNICEF Italia, sono intervenuti: la Presidente dell'UNICEF Italia Carmela Pace, il Presidente International Association for Impact Assessment IAIA Italia Giuseppe Magro, il Presidente di Earth Day Italia Pierluigi Sassi, il Direttore generale dell'UNICEF Italia Paolo Rozera e l'ambientalista, docente e ricercatore Walter Ganapini. Ha chiuso i lavori Rosy Battaglia, giornalista, ideatrice del progetto di informazione civica Cittadini Reattivi.

UNICEF Italia - Per sensibilizzare bambini, giovani e famiglie sui temi del cambiamento climatico e della sostenibilità ambientale, l'UNICEF Italia ha lanciato la campagna "Cambiamo Aria: la crisi climatica è una crisi dei diritti delle bambine e dei bambini". Accedendo al link misura il tuo impatto sarà possibile partecipare a un breve quiz sulle proprie abitudini di consumo e reperire informazioni utili per un eventuale miglioramento.

IAIA Italia - IAIA Italia ha sviluppato e messo a disposizione di istituzioni e organizzazioni la piattaforma Q-Cumber per la misurazione e valutazione degli impatti ambientali. La piattaforma impiega dati e strumenti basati sull'intelligenza artificiale e una metodologia operativa di supporto alle decisioni grazie alla quale i giovani possono partecipare in modo attivo e informato alla governance territoriale.

Earth Day Italia - Per stimolare i giovani ad essere protagonisti nella lotta al cambiamento climatico, Earth Day Italia ha lanciato l'iniziativa "Call4Earth - Produci il cambiamento". I ragazzi, dagli studenti ai giovani startupper, sono stati invitati a presentare idee e progetti in grado di contribuire al raggiungimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 che Earth Day Italia analizza per selezionare i migliori e accompagnarli nella fase di sviluppo.

17/10/2022

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama