Capita a tutti di avere problemi: 5 consigli per imparare a gestirli

8 minuti di lettura

19/05/2021

La vita è piena di alti e bassi. Tutti affrontiamo sfide che dobbiamo superare, alcune grandi e altre più piccole. Per questo motivo è importante che impariamo a risolvere i problemi. 

Di seguito 5 consigli che potrebbero esserti d'aiuto.

1. Calma la mente

Potresti sentirti impotente, arrabbiato, preoccupato e triste, ed è del tutto normale. Calmare la mente, può essere utile quando provi queste emozioni. Puoi mettere una mano sul petto e l’altra sulla fronte. Fai alcuni respiri lenti e profondi, concentrati sul respiro.
Se tutti questi pensieri ed emozioni ti vengono ancora in mente, immaginali come una nuvola che ti passa davanti e fluttua oltre l’orizzonte, finchè scompare dalla tua vista. Sentirsi più calmi può aiutarti ad affrontare i problemi in modo più efficace.

2. Evita di trovare un colpevole

Quando accade qualcosa di brutto, il nostro primo pensiero potrebbe essere quello di trovare il colpevole: ho rovinato tutto. Me l’ha fatto fare. Non posso farci niente. Non mi ascolti mai. Non mi capiscono.
Ma concentrarsi sul colpevole non ti aiuterà a superare il problema e potresti sentirti anche peggio.
Cerca invece di concentrarti su ciò che puoi controllare e come agire per migliorare.

Pensa a cosa deve cambiare, a cosa puoi fare o di quale aiuto hai bisogno. Sei molto più forte e resistente di quanto pensi.

3. Analizza il problema

Fare domande puoi aiutarti a capire meglio il problema. Perché questo è un problema?
Perché è successo? Perché è così importante per te? Chi influisce su questo? Cosa pensi che potrebbe accadere? Cosa ti fa arrabbiare?

4. Fai un elenco di soluzioni possibili e prova a metterle in atto

Pensa al problema che stai affrontando. Poi prova a fare un brainstorming sui modi possibili per superare il problema, usando carta e penna se scrivere può aiutarti. Quindi pensa alle conseguenze positive e negative per ciascuna soluzione e quali sarebbero più facili da provare.
Tenta con la soluzione migliore. Pensa a cosa è andato bene e cosa no. A volte dovrai provare più di una soluzione. Parte della risoluzione del problema consiste nell’imparare ad adattare la soluzione e riprovare.

5. Capisci quando chiedere aiuto

Se ti senti bloccato o sopraffatto sappi che è un segno di forza chiedere aiuto a qualcuno di cui ti fidi o a un professionista.
Ecco alcuni segnali di avvertimento che possono farti capire quando hai bisogno di aiuto:

  • Durante la notte, non riesci a dormire o ti addormenti ma ti svegli continuamente
  • Avverti una mancanza di energia e/o motivazione
  • Le tue abitudini alimentari sono cambiate: hai perso l’appetito o al contrario non riesci a smettere di mangiare
  • Sei sempre nervoso, stressato o preoccupato
  • Stai usando alcol o droghe per sentirti meglio
  • Improvvisamente ti senti in preda al panico. Ti sembra di non riuscire a respirare e che il tuo cuore batta forte. Non importa quanto cerchi di calmarti, non sei in grado di rilassarti.
  • Senti che la vita non meriti più di essere vissuta, vorresti farti del male o porre fine alla tua vita, oppure pensi semplicemente che vorresti andare a dormire e non svegliarti più.
  • Stai subendo violenze o abusi.

Se inizi a sentirti in questo modo, è importante chiedere un aiuto a un professionista preparato, anche se è difficile parlarne.
Se non vuoi parlare di come ti senti o di cosa stai vivendo, va bene, purchè questa persona sappia che hai bisogno di un supporto e che può aiutarti ad ottenerlo. Questo significa che puoi iniziare condividendo solo alcune informazioni, sufficienti per far capire a chi ti aiuta, quali sono le tue esigenze. Informare questa persona che pensi che la tua vita non sia importante o se hai subito violenze ed abusi, è molto importante per darti il giusto aiuto e metterti al sicuro.

19/05/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800900083

Chiama