"Come comunicare l'infanzia e l'adolescenza" corso training per giornalisti con UNICEF e FNSI

3 minuti di lettura

17/11/2021

Ancora due appuntamenti formazione per giornalisti con il corso organizzato da UNICEF e dalla Federazione Nazionale della Stampa su come comunicare l’infanzia e l’adolescenza.
Una riflessione che parte dalle sfide che gli operatori della comunicazione incontrano sul campo e che vuole segnare il limite tra il diritto di cronaca e la tutela dell’infanzia, in particolar modo di quella a rischio.

L’impegno congiunto dell’UNICEF e della Federazione Nazionale della Stampa Italiana è iniziato ad aprile, con la firma di un protocollo d’intesa per sancire l’impegno a favore di una comunicazione corretta nei confronti di bambini e adolescenti. Il protocollo, di durata biennale, prevede la realizzazione di moduli formativi per giornalisti e l’organizzazione di tavole rotonde di approfondimento di tematiche specifiche.
Ogni incontro vede la partecipazione di giornalisti e esponenti della FNSI, esperti internazionali e italiani UNICEF.

Il primo modulo si è aperto con episodi di cronaca raccontati dalla giornalista RAI Maria Concetta Mattei, che ha proposto una riflessione sulla presenza dei minori nei media e su come le carte deontologiche hanno cambiato l’approccio dei giornalisti alla comunicazione.
Daniela Scano, esperta FNSI, è intervenuta sui dettati della deontologia, anche a seguito delle recenti revisioni alla Carta di Treviso. 
Patrizia Paternò, Responsabile Brand, Digital e Media, ha affrontato in chiusura le questioni sollevate condividendo le buone pratiche UNICEF. 

Venerdì 19 novembre il secondo modulo di formazione su stereotipi di genere e violenza

Aprirà la giornalista Annalisa Camilli. Interverrà poi Mimma Caligaris, presidente del Comitato Pari Opportunità FNSI sulle carte di riferimento. Chiuderà Francesca Rivelli, esperta UNICEF prevenzione e contrasto alla violenza di genere, sulle buone pratiche dell’organizzazione.

A dicembre seguirà un ultimo modulo con focus sulla comunicazione delle categorie vulnerabili, in particolar modo di bambini e adolescenti con background migratorio. Relatori della sessione la giornalista Angela Caponnetto, l’esperta FNSI Paola Barretta con un focus sulla Carta di Roma, e Ilaria Lanzoni, communication specialist della migration unit di UNICEF.

Modera il portavoce UNICEF Andrea Iacomini.

Sarà possibile iscriversi su piattaforma SIGEF per seguire il corso in presenza, nella sede della Federazione Nazionale della Stampa, o online per giornalisti Rai.

I moduli, che danno diritti all’acquisizione di crediti, saranno poi disponibili per la formazione continua del giornalista su piattaforma Rai Academy.

Documenti disponibili

UNICEF - FNSI modulo di formazione su stereotipi di genere e violenza.jpg / 6.76 Mb

Download

17/11/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama