Consultazione pubblica e piano d'azione nazionale su impresa e diritti umani

3 minuti di lettura

22/03/2021

Nel 2016 è stato presentato il primo Piano d’Azione Nazionale su Impresa e Diritti Umani, elaborato dall’omonimo gruppo di lavoro (GLIDU – Gruppo di Lavoro su Imprese e Diritti Umani) del Comitato Interministeriale per i Diritti Umani (CIDU), a cui hanno partecipato numerosi Ministeri e Istituzioni, incluso il Comitato Italiano per l’UNICEF, e i cui risultati sono frutto di ampie consultazioni con esperti del settore.

Il Piano di Azione Nazionale esprime i principi contenuti nei “Guiding Principles on Business and Human Rights” adotatti all’unanimità dal Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite nel 2011.

Il rispetto dei diritti umani, con particolare attenzione alle categorie più vulnerabili (donne, minori, persone con disabilità, persone LGBTI, migranti e richiedenti asilo, persone appartenenti a minoranze etniche e religiose), rappresenta un aspetto prioritario per promuovere uno sviluppo in grado di rispondere alle nuove esigenze nel rispetto dell’ambiente e dei diritti umani.

Il Comitato Italiano per l'UNICEF partecipa al gruppo di lavoro con l’obiettivo di rafforzare la tutela dei diritti dei bambini e dei ragazzi a partire dalla catena del valore delle aziende fino all'impatto delle loro attività e dei loro prodotti sul mercato e sulla comunità, promuovendo l’adozione del framework dei Children’s Rights and Business Principles come strumento di analisi degli impatti diretti e indiretti sui diritti degli under 18 nelle operazioni di business.

Inoltre, il Piano d’Azione Nazionale rappresenta un valido strumento per indirizzare le politiche verso una piena realizzazione dei diritti umani e dei diritti dei bambini e uno sviluppo più equo e sostenibile (in linea con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile – SDGs).

Nel quadro del percorso che porterà all’adozione del secondo Piano d’Azione Nazionale su Impresa e Diritti Umani 2021-2026, il CIDU ha avviato un assessment del precedente Piano tramite una consultazione pubblica.

Il Comitato Italiano per l’UNICEF incoraggia tutte le imprese a offrire il proprio contributo, rispondendo ai 5 quesiti presenti del questionario, consultabile a questo link

La consultazione sarà attiva fino al 12 aprile 2021

Il Comitato Italiano per l’UNICEF offre, attraverso l’UNICEF Business Lab, delle opportunità di informazione e formazione alle imprese italiane sull’integrazione dei diritti dei bambini nello svolgimento delle proprie attività e relazioni, supportando le aziende nel loro percorso di integrazione dei fattori ESG.

Per informazioni: corporate@unicef.it

22/03/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama