COP26: il ruolo dei giovani nel promuovere consumi sostenibili

3 minuti di lettura

26/03/2021

Si è tenuto oggi live su Instagram @ukinitaly e @unicefitalia, il webinar ”COP26: il ruolo dei giovani nel promuovere consumi sostenibili”, un evento organizzato dall’Ambasciata britannica di Roma e UNICEF Italia con il sostegno del British Council.

Un appuntamento dedicato interamente ai giovani e promosso dall’Ambasciatore Jill Morris per sensibilizzare gli stessi ai temi della lotta al cambiamento climatico e della sostenibilità ambientale, il webinar è inoltre parte della campagna #All4Climate promossa dal Ministero della Transizione Ecologica italiano: un fitto programma di appuntamenti che avranno luogo in tutta Italia nel corso dell’anno, con la finalità di promuovere il 2021 come l'anno dell’ambizione climatica, in vista della pre-COP di Milano e della COP26 che il Regno Unito ospiterà a Glasgow a novembre.

L’evento, diviso in due sessioni in cui si è parlato rispettivamente di diete sostenibili e spreco alimentare e di moda sostenibile, ha visto gli interventi di Nisreen Elsaim, UN, Fatima Hachem, FAO, Sophie Wilson, Climate Champions; Irene Ripamonti, Banco Alimentare; Marina Spadafora, Fashion Revolution Italy, Matteo Ward, CEO e co-fondatore di WRÅD. I lavori sono stati inaugurati dall’Ambasciatore JillMorris e da Paolo Rozera, Direttore Generale di UNICEF Italia e moderati da Federica Gasbarro, attivista per il clima e scrittrice, e Giulia Soffiantini, Ambasciata britannica di Roma.

Nel corso del webinar, i relatori hanno dato vita a un ricco dibattito a cui lo stesso pubblico giovanile ha potuto partecipare attivamente ponendo loro domande per spunti e consigli utili per incentivare i loro pari ad adottare uno stile di vita più sostenibile e per sensibilizzare gli stessi sulla questione ambientale. 

L’Ambasciatore britannico Jill Morris ha così commentato l’occasione: “I comportamenti adottati da tutti noi nel corso degli anni sono risultati essere una minaccia per la natura, la biodiversità e, quindi, per i nostri mezzi di sussistenza, di prosperità e di sicurezza e hanno reso le nostre comunità ancora più vulnerabili agli effetti del cambiamento climatico. È per questo che tutti noi dovremmo invertire la rotta e promuovere uno stile di vita più sostenibile”. L’Ambasciatore ha quindi proseguito: “Il consumo sostenibile consiste nel fare di più e meglio con meno. Un modello sociale ed economico basato sul consumo sostenibile separa la crescita economica dal degrado ambientale, aumenta l'efficienza delle risorse e promuove economie verdi e a basse emissioni di carbonio. È giunto, per tutti noi, il tempo di agire e voi giovani, in particolare, siete stati e siete tuttora il motore di questo cambiamento”.

Paolo Rozera, Direttore Generale di UNICEF Italia, ha così commentato l’iniziativa: Siamo convinti che i giovani possano fare la differenza nel promuovere comportamenti virtuosi e diffondere sempre maggior consapevolezza sull’importanza di tutelare l’ambiente e le sue risorse. Se promuoviamo spazi di confronto dei giovani e valorizziamo il loro protagonismo, non mancheranno di arrivare idee, proposte, suggerimenti di azioni che essi stessi sapranno diffondere a far arrivare ad altri ragazzi, moltiplicando il coinvolgimento.

I ragazzi e le ragazze hanno la capacità di guardare a questioni quali i cambiamenti climatici, l’inquinamento, l’impatto delle azioni degli esseri umani sulla terra non soltanto con preoccupazione ma anche con forte spirito di attivismo che li spinge ad impegnarsi per trovare e attuare sempre nuove soluzioni”.

 

26/03/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama