Corno d'Africa, con la scuola riprende la speranza

4 minuti di lettura

08/09/2011

Proprio nella settimana in cui è iniziato l’anno scolastico, l'UNICEF sta accelerando gli sforzi per aiutare i bambini del Corno d'Africa colpiti dalla siccità a frequentare la scuola.

«Oltre a offrire ai bambini un'istruzione di base, le scuole e i centri per l'infanzia svolgono un ruolo importante di sensibilizzazione con messaggi vitali su nutrizione, igiene, sanità e educazione alla salute, essenziali oggi nel Corno d'Africa»   ha dichiarato il Direttore UNICEF per l'Africa orientale e meridionale Elhadj As Sy.

«Nelle comunità colpite, i luoghi di apprendimento garantiscono anche accesso ad acqua potabile, servizi igienico-sanitari e programmi di alimentazione e rappresentano uno spazio sicuro per i bambini, dove  vengono protetti da violenza e sfruttamento. Nei campi per rifugiati e sfollati, le scuole diventano accessibili alle ragazze e ad altri bambini vulnerabili, che potrebbero non aver mai messo piede in una classe prima di oggi

Ecco gli interventi realizzati dall’UNICEF, già prima dell’inizio dell’anno scolastico, nel campo dell’istruzione, per i bambini dei paesi colpiti dalla crisi:

  • In Kenya, nelle zone colpite dalla siccità, molte scuole sono rimaste aperte durante l’estate permettendo a circa 1,2 milioni di bambini di accedere a programmi di alimentazione. 
  • L’UNICEF ha sostenuto 155 scuole in Somalia, che sono rimaste aperte durante la pausa scolastica, aiutando 37.000 bambini sfollati
  • Dalla fine del 2010, circa 28.000 bambini nelle aree colpite dalla siccità in Etiopia hanno potuto proseguire gli studi grazie all’UNICEF, che ha fornito materiali didattici e tende-scuola
  • In Somalia, dall'inizio dell'anno, l'UNICEF ha sostenuto scuole per bambini sfollati e quelli delle comunità di accoglienza e nei loro luoghi di origine; sono stati aiutati 120.000 bambini. Tale sostegno aumenterà nei prossimi mesi per soddisfare le esigenze di oltre 300.000 bambini, compresi quelli di circa 1.500 scuole delle zone rurali della Somalia centrale e meridionale
  • le organizzazioni partner dell'UNICEF nell'ambito dell’istruzione, in Somalia, stanno installando più di 210 "Spazi a misura di bambino" per 15.000 bambini, con servizi idrici e igienico-sanitari, sostegno psicologico e pasti per i bambini. In collaborazione con i partner impegnati nella tutela dei minori, entro il 15 settembre saranno attivi e funzionanti 350 Spazi a misura di bambino di cui beneficeranno 30.000 bambini
  • In Kenya, l'UNICEF e i suoi partner hanno fornito fino ad oggi aiuti (comprendenti letti, materassi, materiale didattico e kit ricreativi) a più di 60.000 bambini nelle scuole
  • In Etiopia, l'UNICEF e i suoi partner hanno realizzato spazi temporanei a misura di bambino per l’apprendimento, fornendo materiali didattici e forniture a circa 8.000 ragazze e ragazzi, oltre a sostenere la costruzione di quattro scuole elementari nei campi profughi di Dollo Ado e di due scuole nelle comunità ospitanti. Circa 140 insegnanti sono stati assistiti con la formazione
  • Nei campi profughi di Dadaab, nel Kenya nord-orientale, l'UNICEF ha sostenuto corsi di formazione accelerata per i bambini in preparazione del nuovo anno scolastico e sta fornendo tende-scuola e materiali didattici.

Nella parte centrale e meridionale della Somalia, 1,8 milioni di bambini non vanno a scuola perché sfollati o per problemi di sicurezza, mentre nelle zone colpite dalla siccità del Kenya, dove molti rifugiati hanno cercato aiuto, le comunità sono sotto pressione per accogliere i nuovi studenti.

Più di una scuola su quattro in queste aree fa fatica ad assorbire l'aumento del numero di studenti.

Come puoi aiutare

 Anche tu puoi contribuire a salvare la vita dei bambini con una donazione online oppure con un degli altri modi per donare:

bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia, specificando la causale “Emergenza Corno d’Africa”  
carta di credito online sul nostro sito oppure telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000
bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, specificando la causale “Emergenza Corno d’Africa"
- donazione presso il Comitato UNICEF della tua città (trova qui quello più vicino a te)

08/09/2011

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama