Direttore UNICEF: proteggere l'infanzia in Libia e nel Maghreb in fiamme

1 minuto di lettura

27/02/2011

L'UNICEF è profondamente preoccupato per le notizie che riferiscono di bambini e adolescenti rimasti uccisi o feriti nell’escalation di violenze che sta interessando un certo numero di paesi del Medio Oriente e del Nord Africa.

«Nessun bambino dovrebbe essere esposto a forme di pericolo di alcun tipo, in quanto ciò potrebbe avere un effetto di lunga durata sulla loro sopravvivenza o benessere psicologico», ha detto da Bruxelles Anthony Lake, Direttore dell'UNICEF.

La situazione è particolarmente allarmante in Libia, dove il Consiglio di Sicurezza ha lanciato un appello per un’assistenza umanitaria internazionale e ha espresso preoccupazione per la carenza di forniture mediche.
 
L'UNICEF è pronta a fornire assistenza in caso di necessità, ed esorta tutte le persone coinvolte a proteggere i bambini a qualsiasi costo. 

27/02/2011

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800900083

Chiama