Diritti in Comune: la risposta delle amministrazioni comunali all’iniziativa

2 minuti di lettura

16/06/2022

Si è conclusa l'iniziativa di sensibilizzazione "Diritti in Comune" proposta da UNICEF e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) rivolta alle amministrazioni comunali per ricordare il 31° anniversario dalla ratifica, da parte dell'Italia, della Convenzione ONU sui Diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

L'iniziativa, promossa nell'ambito delle azioni di sensibilizzazione su scala nazionale realizzate dal Programma UNICEF Città amiche dei bambini e degli adolescenti e compresa tra le attività previste dal Protocollo di collaborazione tra ANCI e UNICEF Italia, ha proposto a tutti i Comuni di promuovere azioni sul web e sul territorio per sensibilizzare la popolazione e far conoscere ai cittadini i diritti dei minorenni.

Le azioni proposte hanno riscosso notevole successo e oltre 150 comuni, tra i quali 31 capoluoghi di Provincia, hanno aderito all'iniziativa promuovendola tramite i propri canali social, dedicando una pagina del sito istituzionale del Comune all'iniziativa, diffondendo i materiali specifici realizzati per l'occasione e organizzando iniziative e manifestazioni sui territori con il coinvolgimento di bambini e ragazzi.

Le azioni sui social hanno visto una larga condivisione anche da parte delle sezioni regionali di ANCI insieme con ANCI Giovani, delle associazioni del terzo settore e di privati cittadini che hanno contribuito a promuovere e divulgare la conoscenza della Convenzione.

La diffusione dell'iniziativa è stata possibile grazie alla consolidata collaborazione decennale con Anci Nazionale e le sedi regionali di ANCI che hanno sempre dedicato molta attenzione alle tematiche che riguardano i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

L'intento di diffondere una maggiore consapevolezza dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza fra i cittadini giovani e adulti, è stato portato avanti per merito di tutte le amministrazioni comunali che hanno preso parte all'iniziativa, il loro impegno è fondamentale perché i diritti dell'infanzia e l'adolescenza non rimangano solo principi ma trovino attuazione concreta nella quotidianità.

L'impegno per i bambini e i ragazzi, oltre che un dovere di ogni istituzione, è un investimento sul futuro delle nostre comunità per far sì che questa ricorrenza non sia solo una celebrazione, ma un importante momento di riflessione sui diritti dei bambini e delle bambine in Italia.
È possibile trovare l'elenco dei Comuni che hanno aderito qui: elenco comuni aderenti

Documenti disponibili

Elenco dei Comuni aderenti - 30 maggio 2022pdf / 240 kb

Download

16/06/2022

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama