Disastro climatico: In Pakistan 10 milioni di bambini hanno bisogno di aiuto salvavita

4 minuti di lettura

28/10/2022

Mentre il catastrofico disastro climatico continua a sconvolgere le vite di milioni di bambini in Pakistan, sono i ragazzi e le ragazze più giovani a pagare il prezzo più alto. I bambini che ho incontrato hanno perso tutto: i loro cari, libri di scuola, le uniche case che hanno conosciuto, le scuole, il senso di sicurezza.

Mentre le acque dell'alluvione e l'attenzione dei media si ritirano, la crisi in Pakistan è diventata un'acuta crisi di sopravvivenza infantile. Bambini fragili e affamati stanno combattendo una battaglia persa contro malnutrizione acuta grave, diarrea, malaria, febbre dengue, tifo, infezioni respiratorie acute e dolorose malattie della pelle. Oltre ai disturbi fisici, più la crisi si protrae, più aumenta il rischio per la salute mentale dei bambini.

Circa 10 milioni di bambini hanno immediato bisogno di supporto salvavita. Centinaia hanno già perso la vita. Oltre 1 bambino su 9 soffre di malnutrizione acuta grave - una condizione che mette in pericolo di vita. I genitori, in preda al panico, sono alla ricerca di cibo per portare a casa anche un semplice pasto ai loro figli.
I ragazzi e le ragazze del Pakistan hanno disperato bisogno di supporto per sopravvivere. Ma l'appello internazionale per il Pakistan è ancora ampiamento sotto finanziato. Altre centinaia di bambini perderanno la vita nelle prossime settimane se il supporto internazionale non aumenterà per ampliare gli interventi.


Una devastazione climatica che non riguarda solo il Pakistan

Questa storia di devastazione climatica non riguarda solo il Pakistan. Solo nel 2022, le inondazioni causate dal clima hanno colpito Pakistan, Bangladesh, India del Nord e Afghanistan, lasciando oltre 15 milioni di ragazzi e ragazzi in bisogno di assistenza.

Le ondate di calore estreme hanno bruciato le città affollate della regione, con temperature che hanno raggiunto i 48 gradi. I ghiacciai hanno continuato a sciogliersi in Pakistan e Bhutan, mentre le frane in Nepal hanno spazzato via le case dei bambini e l'innalzamento del livello del mare continua a minacciare l'esistenza stessa delle Maldive.

I bambini non hanno avuto alcun ruolo nella creazione della catastrofe climatica in Asia meridionale, eppure sono loro a pagare il prezzo più alto. Questa catastrofe climatica sta minacciando la salute, il benessere e la stessa sopravvivenza di oltre 616 milioni di bambini e bambine che chiamano questa regione la loro casa.

I Governi devono urgentemente proteggere i servizi di base idrici, igienici, per la salute e l'istruzione da cui bambini e bambine dipendono profondamente. Devono anche urgentemente assicurare che ragazzi e ragazze abbiamo le competenze e conoscenze necessarie per sopravvivere e crescere in un mondo cambiato dal clima. Ma prima di tutto i leader mondiali devono limitare urgentemente il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius. Questo è l'unico modo per salvare le vite dei bambini.
Senza un'azione globale urgente, la devastazione climatica che abbiamo visto in Pakistan, temo, sarà solo un precursore di molte altre catastrofi per la sopravvivenza dei bambini che verranno.

Dichiarazione di George Laryea-Adjei, Direttore Regionale UNICEF per l’Asia del Sud, in seguito a una missione in Pakistan nelle aree colpite 

28/10/2022

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama