Emergenza Filippine, al via le vaccinazioni per i bambini di Tacloban

3 minuti di lettura

25/11/2013

Oggi i bambini di Tacloban - la città più colpita dal super-tifone Haiyan – sono stati vaccinati contro il morbillo e la poliomielite nell’ambito della prima fase di una campagna di massa portata avanti dal Governo delle Filippine con il sostegno dell’UNICEF, dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e di altri partner.

I bambini hanno anche ricevuto dosi supplementari di vitamina A per contribuire a migliorare la loro immunità contro le infezioni.

Oltre 30.000 bambini saranno raggiunti da questa campagna, che si sta attuando in alcuni siti fissi nei centri per sfollati e nelle comunità attraverso team sanitari mobili.

Quella iniziata a Tacloban è la prima fase di una campagna che mira a offrire copertura vaccinale ai bambini di età inferiore ai 5 anni in tutte le aree colpite dal tifone.

Quindici squadre (10 internazionali e 5 locali) formate da volontari del Ministero filippino della Salute, della Croce Rossa Filippina e di altre organizzazioni non governative (ONG) sono state dislocate in diversi punti di Tacloban per effettuare le vaccinazioni.

I primi bambini a essere vaccinati sono quelli che vivono nei 20 centri per sfollati di Tacloban, come la scuola elementare "San José", dove attualmente vivono più di 300 famiglie in condizioni molto difficili. 

«I bambini di Tacloban hanno bisogno di tutta la protezione possibile in questo momento» dice Angela Kearney, coordinatrice UNICEF per l'emergenza a Tacloban. «La malattia è un predatore silenzioso, ma sappiamo come prevenirla e faremo tutto ciò che è possibile
           
Su richiesta del governo di Manila, l'UNICEF ha acquistato vaccini per un valore di oltre 2 milioni di dollari per rifornire il paese delle scorte attualmente utilizzate per la campagna. Inoltre, l'UNICEF e l'OMS stanno aiutando a ristabilire la catena del freddo, indispensabileper mantenere i vaccini alla giusta temperatura.

«Lo staff  dell’UNICEF e dell’OMS ha consegnato a mano gli aiuti da Manila a Tacloban, ha coordinato le squadre di vaccinatori e formato gli operatori su come immunizzare in circostanze difficili» ha commentato Julie Hall, Rappresentante OMS nelle Filippine. «È davvero senza precedenti che nel giro di due settimane e mezzo da un disastro di tale portata, con un simile livello di devastazione e con enormi sfide logistiche, sia stata messa in atto una campagna di vaccinazione di massa.» 

Durante la campagna in corso, i bambini immunizzati saranno anche sottoposti a monitoraggio sullo stato nutrizionale.

Come puoi aiutare i bambini delle Filippine 

Anche tu puoi contribuire a salvare la vita dei bambini con una donazione online oppure con uno degli altri modi per donare:

  • bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia, specificando la causale “Emergenza Filippine”  
  • carta di credito online sul nostro sito oppure telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000 
  • bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, specificando la causale “Emergenza Filippine
  • donazione presso il Comitato UNICEF della tua città (trova qui quello più vicino a te)
  • Fino al 26 novembre 2013: numero solidale 45590 di UNICEF e World Food Programme: 1 € per invio di SMS, 2 € per chiamata da rete fissa (tutti i gestori). 

 

25/11/2013

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama