Iacomini, portavoce UNICEF Italia: "In Ucraina quasi mezzo milione di bambini ha problemi psicologici a causa del conflitto. Ad est, il territorio è disseminato di mine"

1 minuto di lettura

21/02/2022

In Ucraina Orientale quasi 430.000 bambini vivono con cicatrici psicologiche e hanno bisogno di un sostegno continuo per affrontare il trauma emotivo di crescere in un conflitto prolungato, che va avanti da 8 anni” lo dichiara Andrea Iacomini Portavoce dell’UNICEF per l’Italia.
 
Le scuole e gli asili non sono un bersaglio e dovrebbero essere un luogo sicuro per i bambini dell'Ucraina per imparare e crescere. Più di 750 scuole purtroppo ad oggi sono state danneggiate dall'inizio del conflitto su entrambi i lati della linea di contatto” prosegue. 

I bambini in Ucraina Orientale vivono in uno in uno dei tratti di terra al mondo più contaminati dalle mine. Ogni giorno, vivono, giocano, vanno e tornano da scuola in aree disseminate di mine, ordigni inesplosi e altri residuati bellici esplosivi mortali.

E’ tanto pericoloso quanto inaccettabile. Chiediamo in queste ore drammatiche di proteggere i bambini dagli attacchi. L’UNICEF lavora sul campo e si coordina con i partner a tutti i livelli per raggiungere i bambini dell'Ucraina che hanno bisogno di assistenza ovunque si trovino” conclude. 

21/02/2022

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama