In Kazakistan un approccio proattivo alla prevenzione del suicidio

5 minuti di lettura

11/10/2021

A pochi giorni dal lancio del nuovo rapporto UNICEF La Condizione dell’infanzia nel mondo 2021 - Nella mia mente: promuovere, tutelare e sostenere la salute mentale dei bambini e dei giovani il tema del benessere psicologico di bambini e ragazzi appare urgentemente necessario.

Secondo il rapporto più di 1 adolescente su 7 tra i 10 e i 19 anni convive con un disturbo mentale diagnosticato: l’ansia e la depressione rappresentano il 40% di questi disturbi. Il suicidio è fra le prime cinque cause di morte per la loro fascia d'età: quasi 46.000 adolescenti si tolgono la vita ogni anno. 

In Kazakistan il Governo sta lavorando per rendere la Salute Mentale, specialmente quella di bambini e adolescenti, un tema nazionale di primaria importanza. 

La storia di Dina

A casa, Dina è una quattordicenne piena di interessi. Pianta alberi, si prende cura del giardino e balla in sala da pranzo con i video di K-pop.

A scuola, invece, le cose sono più complicate: interagire con i coetanei le risulta stressante. 

“A loro non piaccio. Non abbiamo gli stessi interessi”, ci dice. 

Di recente, Dina è riuscita ad affrontare i suoi pensieri ansiosi e stressanti con l’aiuto di Bakhytkul Seitkhanova, una psicologa dell’educazione. “Seitkhanova mi ha insegnato come esprimere i miei pensieri apertamente” ha raccontato Dina. “Adesso sento di non dovermi mai arrendere”.

Gli incontri con Seitkhanova sono iniziati nel 2020, dopo un’indagine condotta con “Adolescent Mental Health Promotion and Suicide Prevention” (AMHSP), un programma cardine di sensibilizzazione sulla salute mentale degli adolescenti e sulla prevenzione del suicidio, in Kazakistan. 

“Era molto riservata” racconta Seitkhanova, che lavora nella scuola di Dina. “Aveva problemi in famiglia. Ho lavorato con lei una volta a settimana per due mesi e ora continuo a vederla un paio di volte al mese”. 

Dina, ragazza di 14 anni ad un incontro con la psicologa della scuola

Il programma Adolescent Mental Health Promotion and Suicide Prevention

Il programma AMHSP è stato creato nel 2015, in risposta a un grave problema di salute pubblica in Kazakistan: il suicidio tra i giovani. Da allora ha prodotto diversi risultati significativi. Un’indagine condotta dall’AMHSP tra il 2015 e il 2017 a Kyzylorda, dove Dina vive e frequenta la scuola, riportava un calo del 36,1 % delle intenzioni di suicidarie un calo dell'80,6% dell'ansia, del 56,1% della depressione e del 65% dello stress. 

Oltre a fornire un supporto fondamentale agli studenti, l’AMHSP ha contribuito ad aumentare la consapevolezza del personale scolastico sull’importanza della salute mentale.

Per Zhaniya Bissenova, una psicologa dell’educazione con 15 anni di esperienza, il programma ha cambiato il modo in cui vede il suo lavoro nella “204 School” di Kazaly, città della regione di Kyzylorda. 

L’AMHSP è stato sviluppato insieme ad alcuni partner, tra cui l’UNICEF, come intervento per i professionisti della scuola e della sanità pubblica. L’obiettivo del programma è quello di identificare adolescenti con problemi quali le intenzioni suicidiarie, e fornire loro supporto psicosociale. 

Mi sono resa conto che i bambini che hanno bisogno di aiuto inviano dei segnali. Mi sento più competente come professionista. Non ho paura, agisco con maggiore fermezza

 Zhaniya Bissenova, psicologa dell’educazione

Ridurre lo stigma associato alla salute mentale

Uno degli obiettivi del programma è la riduzione dello stigma associato alla salute mentale: pregiudizi e stereotipi scoraggiano i ragazzi a cercare aiuto. Uno dei modi principali, in cui il programma ha affrontato la questione dello stigma, è stato quello di coinvolgere i genitori.

Nella regione di Kyzylorda, per esempio, agli adolescenti è stato permesso di partecipare agli screening di salute mentale solo con il consenso dei genitori o dei tutori legali. Pertanto, l’AMHSP si è concentrato sull'aiutare gli operatori scolastici e sanitari a fornire informazioni alle famiglie. Come risultato tangibile, il numero di genitori che si sono rifiutati di autorizzare lo screening sulla salute mentale dei figli è passato dal 5% del 2015-2016 all’1% del 2017. 

A dimostrare il forte sostegno da parte delle “alte sfere” del Governo, il primo ministro del Kazakistan ha inserito l’AMHSP nel Piano di Azione Nazionale del paese per il 2015-2020. Nel 2015 è iniziata l’implementazione del programma nella regione di Kyzylorda con il sostegno di altri partner, inclusiil Centro Nazionale per la Salute Mentale; i ministeri della sanità, dell’istruzione, della scienza e degli affari interni e i dipartimenti regionali della sanità e dell’istruzione. Nel 2016 è iniziata l’implementazione nella regione di Mangistau.

Nel complesso, il Kazakistan è sulla strada per rendere la salute mentale – specialmente per i bambini e i giovani – una priorità nazionale. Il Governo sta considerando il progetto come centrale nelle politiche per il benessere degli adolescenti e ha aumentato i finanziamenti per i servizi di salute mentale del 25%. Ma il successo di questi sforzi sarà alla fine valutato sui miglioramenti nella vita dei bambini e dei giovani. 

Non importano le difficoltà, devi andare avanti. E superando queste difficoltà, raggiungerai nuovi traguardi

Dina, 14 anni, beneficiaria del progetto AMHSP

11/10/2021

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama