On line il nuovo sito della Pigotta

2 minuti di lettura

02/12/2009

In oltre 600 piazze d'Italia sarà possibile adottare la bambola di pezza dell'UNICEF che salva la vita di migliaia di bambini

Sarà ancora lei, la protagonista assoluta delle prossime feste natalizie: la Pigotta dell’UNICEF, la bambola di pezza realizzata da nonni e bambini, regalo di Natale speciale per chi vuole aiutare l’UNICEF a salvare la vita di  tanti bambini dell’Africa centrale e occidentale.

 

In oltre 600 piazze d’Italia, con una donazione minima di 20 euro, sarà possibile adottare una delle migliaia di Pigotte realizzate e dare a un bambino in un Paese africano la possibilità di ricevere un kit salvavita ed essere assistito e curato nel corso della sua crescita.

 

Queste e tante altre informazioni sulla Pigotta sono da oggi online sul nuovo sito interamente dedicato alla popolarissima bambola di pezza: http://pigotta.unicef.it

 

Ogni Pigotta apre un cerchio di solidarietà che unisce chi ha realizzato la bambola, chi l’ha adottata e il bambino che, grazie all’UNICEF, verrà inserito in un programma di lotta alla mortalità infantile denominato “Strategia Accelerata per la

sopravvivenza e lo sviluppo dell’infanzia”.

Il pacchetto di interventi salvavita è costituito da: vaccini contro difterite, pertosse e tetano; vaccini antipolio e contro il morbillo, capsule di vitamina A, sali per la reidratazione orale contro la diarrea acuta, antibiotici contro le infezioni respiratorie acute; zanzariere trattate con insetticida per prevenire il rischio di malaria, oltre che l’assistenza alle madri durante la gravidanza e il parto.

 

“Grazie all’iniziativa Adotta una Pigotta» spiega Vincenzo Spadafora, Presidente dell’UNICEF Italia «abbiamo raccolto, in dieci anni, più di 17 milioni di euro e salvato oltre 800.000 bambini in Africa e in altri paesi in via di sviluppo».

 

Testimonial d’eccezione dell’iniziativa è il famoso ballerino Kledi Kadiu (vedi foto).

02/12/2009

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama