Le zanzariere di IKEA: un aiuto per la lotta alla malaria

2 minuti di lettura

31/08/2011

22 mila bambini muoiono, ogni giorno, per malattie prevenibili o curabili.

Malattie come polmonite, diarrea e malaria, che sono una minaccia soprattutto per i bambini da 0 a 5 anni.

La malaria, che si diffonde e prolifera laddove non esistono servizi igienici e accesso all’acqua potabile, causa la morte di un bambino ogni trenta secondi. Bambini sotto i cinque anni che sono i più vulnerabili e rischiano di essere presi di mira da questo killer.

La morte di un bambino è inaccettabile, e lo è ancora di più se avviene per malattie, come la malaria, che in occidente sono state debellate. L'UNICEF lavora instancabilmente per azzerare la mortalità infantile e garantire a tutti i bambini la possibilità di nascere e crescere sani. 

Come combattiamo la malaria 

Purtroppo, ad oggi non esiste un vaccino in grado di sconfiggere la malaria, e l’unico mezzo a disposizione per impedire la diffusione di questa malattia è prevenirla.

Le zanzariere sono mezzi utili, efficaci ed economici: si possono trasportare e distribuire facilmente, e proteggono i bambini dalle punture di zanzare.

L’obiettivo dell’UNICEF per sconfiggere la malaria è fare in modo che sempre più famiglie che vivono nelle zone a rischio possano avere disposizione una zanzariera.

Per raggiungere questo obiettivo, IKEA si impegna ad aiutare l’UNICEF nella lotta contro la malaria.

Grazie all’iniziativa IKEA, dal 1 settembre 2011 al 31 agosto 2012 per ogni zanzariera Bryne (costo di 9.99 euro) acquistata, IKEA donerà all’UNICEF 2 euro in favore del progetto di lotta alla malaria.

Da oltre 10 anni, IKEA è al fianco dell'UNICEF, sia in Italia che all’estero, per assicurare ad ogni bambino un’infanzia sana e sicura. 

Finora grazie all’impegno di IKEA, dei propri clienti e collaboratori sono stati raccolti in Italia 16,7 milioni di euro per aiutare i bambini in tutto il mondo.


 

 

 

 

31/08/2011

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama