Pakistan: 10 milioni di bambini hanno bisogno di assistenza salvavita immediata

4 minuti di lettura

07/10/2022

Le catastrofiche inondazioni in Pakistan hanno già tolto la vita a 615 bambini. Adesso, circa 10 milioni di bambini hanno bisogno di immediata assistenza salvavita. Posso affermare che altri bambini moriranno nei prossimi giorni e settimane se non agiamo con urgenza.

La situazione sul campo è diversa da qualsiasi altra mai vista prima. Con l'inverno alle porte, i bisogni non potranno che aumentare. Alcune famiglie vivono in tende di fortuna da più di otto settimane. Alcune hanno solo brandelli di stracci per ripararsi dal sole cocente. I bambini sono circondati da pozze d'acqua stagnante avvelenata da fertilizzanti e feci e brulicante di malattie e virus, a volte a metri di distanza da dove dormono.

Oggi oltre mezzo milione di bambini (520.000) soffre di Malnutrizione Acuta Grave e ha bisogno di cure immediate; quasi 80.000 soffrono di malnutrizione acuta grave con complicazioni mediche e necessitano di interventi medici urgenti. Anche prima che queste super-inondazioni colpissero il Pakistan, il tasso medio di malnutrizione cronica dei bambini sotto i cinque anni era già del 50% nei distretti colpiti.

A causa dei danni al sistema di approvvigionamento idrico e agli impianti igienici, 5,5 milioni di persone non hanno più accesso ad acqua sicura da bere. Nonostante l'UNICEF consegni ogni giorno 1 milione di litri di acqua pulita, a causa della portata di questa crisi, molte famiglie non hanno altra alternativa che bere l'acqua infetta. Ora stanno sopportando il peso di malattie mortali trasmesse dall'acqua come il colera, la diarrea, la dengue e la malaria, che non fanno altro che rafforzare la malnutrizione acuta.

Pakistan

Con l'inverno alle porte i bisogni dei bambini non potranno che aumentare

10 milionidi bambini

hanno bisogno di immediata assistenza salvavita

520.000di bambini

soffrono di Malnutrizione acuta grave

5,5 milionidi bambini

non hanno accesso all'acqua potabile

Nonostante le gravi difficoltà nel raggiungere i bambini e le famiglie più colpite, l'UNICEF è sul campo fin dal primo giorno, sostenendo la risposta del governo pakistano alle inondazioni in 55 dei distretti più colpiti. Abbiamo già consegnato aiuti umanitari salvavita per un valore di 10 milioni di dollari e trasportato in aereo più di 145 tonnellate di forniture umanitarie nel Paese, tra cui 820.000 compresse antimalariche lo scorso fine settimana. Abbiamo allestito 86 unità sanitarie mobili e 226 centri di apprendimento temporanei per aiutare i bambini a superare il trauma e a riprendere la routine. Abbiamo anche creato due hub per migliorare l'accesso alle aree colpite dalle alluvioni e stiamo per crearne altri due.

Ma non possiamo rispondere all'entità della distruzione e scongiurare una crisi grave senza un sostegno più immediato. Per salvare le vite dei bambini è fondamentale potenziare ora la nutrizione, i servizi idrici e igienici e la salute.
L'UNICEF ha rivisto il suo appello a 173,5 milioni di dollari come parte dell'appello delle Nazioni Unite di 816 milioni di dollari per sostenere la risposta del governo del Pakistan alle inondazioni. Tuttavia, solo il 13% dell'appello dell'UNICEF per i bambini e le famiglie del Pakistan è stato finanziato. Il tempo stringe per salvare vite umane.

Dichiarazione di Abdullah Fadil, Rappresentante dell’UNICEF in Pakistan

07/10/2022

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama