Repubblica Centrafricana: risultati del progetto ''Lotta alla malnutrizione infantile''

10 minuti di lettura

31/07/2014

(Risultati conseguiti (2010-2014)

 

Nel 2013 la situazione nella Repubblica Centrafricana è passata da un’emergenza silenziosa a una crisi complessa: in seguito all’intensificarsi degli scontri tra gruppi ribelli si è registrato un grave peggioramento della situazione umanitaria, con un crescere di violenza ed instabilità nel paese. La crisi attuale è andata ad aggravare una situazione già allarmante. Allo stato attuale, 4,8 milioni di persone risultano colpite dalla crisi: 2,4 milioni sono bambini. In tutto il paese, l’insicurezza diffusa ed una violazione dilagante della legge hanno causato uno sfollamento di massa della popolazione, tra cui molti bambini, spesso separati dai familiari. Oltre 426.000 persone risultano sfollate e più di 460.000 rifugiate nei paesi limitrofi. Sin prima dell’inizio della crisi umanitaria del 2013, la povertà diffusa, una grave crisi economica e le difficoltà di accesso ai servizi medici di base contribuivano ad una criticità dello stato nutrizionale dei bambini.

Grazie al generoso contributo dei donatori italiani, tra il 2011 e il 2013 l’UNICEF Italia ha trasferito all’UNICEF Repubblica Centrafricana 1.167.000 euro per il progetto di sviluppo “Lotta alla malnutrizione infantile”. Dopo il precipitare della situazione umanitaria a metà del 2013, l’UNICEF Italia trasferisce i fondi per gli interventi di emergenza: 1.043.587 euro a fine 2014. Ulteriori 294.302 euro sono stati trasferiti nella prima metà del 2015.

Tra i risultati raggiunti dal progetto di sviluppo “Lotta alla malnutrizione infantile” fino a giugno 2013: oltre 16.400 bambini affetti da malnutrizione acuta grave ed in immediato pericolo di vita sono stati inseriti in terapie di cura in 107 centri nutrizionali. Più di 471.300 bambini tra i 6 mesi e 5 anni hanno ricevuto vitamina A e 423.200 bambini tra 1 e 5 anni farmaci contro i parassiti intestinali, nel quadro di una prima campagna sanitaria integrata. Con una seconda campagna integrata, più di 402.700 bambini tra i 6 mesi e 5 anni  e 399.200 tra 1 e 5 anni sono stati raggiunti con analoghi interventi. Medicinali di base sono stati distribuiti per un totale di 318.669 bambini sotto i 5 anni e 73.681 donne incinte, che hanno beneficiato di interventi medico-nutrizionali ad alto impatto.  Nella fase di emergenza, tra metà 2013 e gennaio 2015, più di 40.000 bambini malnutriti sono stati assistiti da operatori comunitari tramite 244 centri nutrizionali sostenuti e resi operativi dall’UNICEF in tutte le zone colpite dalla crisi: 210 centri nutrizionali ambulatoriali per l’assistenza nelle comunità locali e 34 centri nutrizionali per il ricovero dei bambini malnutriti con complicanze mediche. Gli interventi di emergenza nutrizionale sono stati estesi a tutti i distretti colpiti dal conflitto con missioni di risposta rapida, dove le condizioni di insicurezza ostacolano il potenziamento delle attività avviate con il progetto.  

 

Scarica il report completo con il dettaglio dei risultati conseguiti

Scarica l'infografica

Guarda la gallery fotografica degli interventi svolti

Documenti disponibili

Centrafrica_report_progetto_2011-2014pdf / 998 kb

Download

Infografica_ Rep._Centrafricanapdf / 510 kb

Download

31/07/2014

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama