Roberto Bolle in missione con l'UNICEF

3 minuti di lettura

17/11/2009

Diario di viaggio in Sud Sudan

Roma, 14 settembre 2006 - Da qualche mese è rientrato in Italia, dopo una missione di diversi giorni in Sud Sudan. Come potete immaginare, Roberto Bolle è molto impegnato, ma ha comunque offerto il suo tempo prezioso per raccontare in una conferenza stampa questo suo viaggio con l'UNICEF.  Leggiamo le sue parole...

 
 
 
Roberto Bolle in Sud Sudan
© S. McKinnon 2006

Juba (Sud Sudan), 25 luglio 2006 - Le due emozioni percepite alla partenza di questo viaggio per il Sud Sudan erano incertezza e curiosità, non sapevo ancora cosa aspettarmi. L'Africa l'ho vista ballando sotto le piramidi di Giza un punto di vista privilegiato, ma troppo distante dal quotidiano di questo continente.

 
 
 
Roberto Bolle in Sud Sudan
© S. McKinnon 2006

Wau (Sud Sudan), 26 luglio 2006 - Con un piccolo aereo di aiuti umanitari affrontiamo il viaggio per Wau ad ovest rispetto a Juba. Ci aspetta una lunga giornata di visite. All'aereoporto ci accoglie una folta delegazione di autorità locali e tra loro, minuta e vestita di bianco, ci aspetta Suor Agnese che vive qui dal 1982. Fa parte di una piccola congregazione di Suore comboniane...

 
 
 
Roberto Bolle in Sud Sudan
© S. McKinnon 2006

Juba (Sud Sudan), 27 luglio 2006 - La giornata si apre con la visita al Ministro dell'Educazione del Sud Sudan, ci illustrano la grave situazione delle scuole nel paese citandoci un interminabile elenco di tutto ciò che occorre per la ricostruzione degli impianti scolastici, per la fornitura del materiale didattico e per la formazione di nuovi insegnanti. Ci garantiscono che si sta lavorando molto anche per il reinserimento delle bambine nelle scuole...

 
 
 
Roberto Bolle in Sud Sudan
©S. McKinnon 2006

Juba (Sud Sudan), 28 luglio 2006 - È tempo di tornare, lasciamo il campo tendato per un ultimo saluto allo staff dell'UNICEF di Juba. Giornata frenetica in ufficio: Douglas sta organizzando l'evacuazione di una sede periferica UNICEF perché c'è in atto un duro conflitto a fuoco nell'ovest del paese; a nord si è rotto il generatore di corrente e hanno perso i contatti con un'altra sede periferica.

 

17/11/2009

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama