Ruanda

2 minuti di lettura

17/11/2009

Cartina Ruanda - Scuole per l'Africa

Il Ruanda è il paese più densamente popolato dell'Africa, dove il 90% della popolazione è impegnata nell'agricoltura. La tradizionale divisione fra Tutsi e Hutu non ha origini etniche (i due gruppi condividono lingua, religione e gerarchie politiche), ma economiche: i Tutsi sono storicamente allevatori, gli Hutu agricoltori e dunque considerati socialmente inferiori. Il passaggio da un gruppo all'altro era però possibile. semplicemente mutando mestiere.

In epoca coloniale i Tutsi diventano l'élite del paese: per volontà dei Belgi, che governano il Ruanda dal 1885 al 1962, solo uno dei due gruppi (prima i Tutsi, poi gli Hutu) ha accesso alla scolarizzazione e alle professioni. Di qui nasce un odio reciproco che sfocia in conflitto armato nel 1990 e poi nel genocidio. Fra aprile e giugno 1994, un milione fra Tutsi e Hutu moderati cadono sotto i colpi di machete degli estremisti, senza che la comunità internazionale faccia nulla per impedire la strage. Due milioni di abitanti trovano la salvezza rifugiandosi nei paesi confinanti.

Nonostante le riforme politico-istituzionali e lo svolgimento di elezioni nel 1999 e nel 2003, l'economia del paese - fortemente compromessa dal conflitto - ha serie difficoltà a risollevarsi e, com'è ovvio, la riconciliazione fra Tutsi e Hutu incontra enormi difficoltà.

Il recente coinvolgimento del Ruanda nel conflitto della vicina Repubblica Democratica del Congo rende difficile l'uscita di questo piccolo paese dal vortice di violenza in cui si trova da anni, e oggi il livello di povertà del paese è più alto di quello del 1994.

La campagna "Scuole per l'Africa" intende offrire il diritto all'istruzione a più di 600.000 bambini rimasti orfani a causa del genocidio o dell'AIDS, a sua volta diffusosi rapidamente durante il conflitto. L'UNICEF formerà anche 6.000 insegnanti, finanzierà la costruzione di 500 scuole e la ristrutturazione di altre 600.
 

Visita le pagine dedicate al Ruanda, con un profilo del paese, l'azione dell'UNICEF, le storie dal campo e le news.

17/11/2009

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama