Salma Hayek incontra i bambini siriani profughi in Libano

4 minuti di lettura

27/04/2015

27 aprile 2015 - L'attrice messicana Salma Hayek, sostenitrice dell'UNICEF e cofondatrice della campagna "Chime for Change", iniziativa benefica promossa dalla maison di moda Gucci, è stata la protagonista del lancio di "CHIME for the Children of Syria", appello per raccogliere fondi a beneficio dei bambini e delle famiglie colpite dalla guerra in Siria.
 
Da tempo partner globale dell'UNICEF, "Chime for Change" é una campagna mondiale per raccogliere fondi e sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi legati alle bambine e alle donne di tutto il mondo, con particolare attenzione per istruzione, salute e giustizia. 
 
Sabato 25 aprile Salma Hayek ha incontrato i rifugiati siriani nella valle della Bekaa, in Libano. Un'occasione per richiamare l'attenzione sugli urgenti bisogni umanitari dei bambini e delle famiglie siriane, le cui vite sono state sconvolte dal conflitto in Siria nel corso degli ultimi quattro anni. In tutta la regione mediorientale l'UNICEF stima che siano 14 milioni i bambini colpiti dai conflitti e che sono a rischio di diventare una "generazione perduta". 

«Milioni di bambini sono stati derubati della loro infanzia, della loro terra, dei loro affetti. A causa del conflitto in Siria, innumerevoli bambini non vanno piú a scuola e sono costretti a lavorare per aiutare le famiglie» ha spiegato la Hayek. «Attraverso donazioni a CHIME for the Children of Syria sarà possibile sostenere l’impegno dell'UNICEF per garantire ai bambini accesso a opportunità di istruzione e assistenza per superare i traumi delle violenze che hanno subito. Il conflitto non deve rovinare a un'intera generazione.»

In tutta la regione, l'UNICEF e le organizzazioni partner stanno lavorando per alleviare l'impatto del conflitto siriano sull'infanzia, cercando di ridare un senso di normalità a tutti coloro che hanno subito violenze, perso i propri cari, che non stanno andando a scuola o che sono sfollati con scarso accesso ai servizi di base.

Nella valle della Bekaa in Libano, Salma Hayek ha incontrato i bambini rifugiati e gli operatori umanitari che stanno offrendo loro un ambiente sicuro con attività di supporto psicologico, ludiche e di apprendimento. L'attrice messicana ha potuto osservare lo svolgersi di una campagna di vaccinazioni antipolio, in aree ad alto rischio come questa. La campagna è stata realizzata in collaborazione con il Ministero della Salute libanese e con l'organizzazione non governativa locale "Beyond Association", partner dell'UNICEF, per proteggere da questa malattia invalidante circa 190.000 bambini sotto i cinque anni.

Salma Hayek ha anche visitato gli ambulatori mobili istituiti dall' UNICEF con il Ministero libanese della Sanità e con organizzazioni partner locali per fornire assistenza sanitaria di base gratuita, incluse vaccinazioni, esami clinici e assistenza prenatale e cure di base per i rifugiati che vivono negli insediamenti spontanei presenti in tutto il Libano.

«Sono profondamente colpita dal coraggio dei bambini siriani e delle famiglie profughe che ho incontrato qui in Libano e che, nonostante i danni subiti, sono ancora decisi a resistere  e a credere in un futuro migliore. Sono anche commossa per la generosità dimostrata da tanti cittadini libanesi nei confronti di coloro che cercano rifugio nel loro paese» ha proseguito l'attrice, i cui nonni paterni erano di origine libanese. «Chiedo a tutti coloro che sono grati per la pace e la stabilità presenti nella loro vita, di mostrare compassione per coloro che hanno perso tutto, aiutandoli.»

Ben nota per film come Frida, Gatto con gli stivali e, più recentemente, The Prophet, Salma Hayek è anche membro del comitato fondatore di Chime for Change per il sostegno delle donne e l’empowerment  femminile. Nel 2008, la Hayek ha realizzato una missione sul campo con l’UNICEF in Sierra Leone per testimoniare in prima persona l’impatto del tetano materno e neonatale su donne e bambini e per osservare i programmi sanitari e di vaccinazione dell'UNICEF.

La partnership Gucci-UNICEF è stata lanciata nel 2005. Da allora a oggi, oltre 7,5 milioni di bambini fino ad oggi hanno beneficiato di questa alleanza attraverso i programmi ell'UNICEF che offrono ai bambini più svantaggiati un futuro migliore attraverso l'istruzione.
 

27/04/2015

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama