Salute e nutrizione, è emergenza per i bambini della Siria

3 minuti di lettura

05/09/2012

Dona ora

Crescono le necessità riguardanti la salute e la nutrizione dei circa 1,3 milioni di bambini colpiti dalla crisi in Siria (all'interno del paese e negli stati vicini); per questo migliaia di bambini siriani vengono monitorati per prevenire la malnutrizione.

Nel campo profughi di Za'atari (nel nord della Giordania), parallelamente alle vaccinazioni settimanali, vengono portati avanti screening nutrizionali. 

L'UNICEF e il Ministero della Salute, in collaborazione con l'OMS e le agenzie partner, lanceranno una campagna di vaccinazione antimorbillo e antipolio per più di 100.000 bambini che si trovano tra il campo di Za'atari, i centri di transito nelle vicinanze e le comunità che ospitano rifugiati nel nord della Giordania. 

«Il conflitto ha sconvolto i servizi sanitari in tutta la Siria, così molti bambini rifugiati e le loro famiglie non hanno avuto accesso alle vaccinazioni di routine o ad altri servizi sanitari di base» ha dichiarato Mahendra Sheth, Responsabile Salute dell'UNICEF per il Medio Oriente.

«Questo lavoro è vitale perché durante la crisi i bambini sono più vulnerabili alle epidemie e alla malnutrizione, soprattutto coloro che vivono in contesti come il campo di Za'atari

Lavorando in condizioni di estrema difficoltà, l'UNICEF e i partner locali in Siria stanno raggiungendo - con aiuti sanitari salvavita - le famiglie rifugiate nelle scuole di Damasco

Otto squadre mediche mobili stanno per partire e raggiungere 175.000 persone in molte regioni, le più colpite dal conflitto in corso, tra cui Aleppo, Damasco, Dara'a, Hama e Homs. 

Si stanno facendo anche rapidi monitoriaggi della situazione nutrizionale dei bambini dell'area di Damasco.

In Libano e Iraq, dove rispettivamente più di 40.000 e 15.000 siriani hanno trovato rifugio, i bambini vengono vaccinati; si sta monitorando attentamente lo stato nutrizionale dei piccoli sotto dei 5 anni di età.

«Le necessità che riguardano la salute e la nutrizione dei bambini siriani in tutta la regione aumentano rapidamente: dobbiamo quindi agire ora per garantire che siano protetti» ha dichiarato Maria Calivis, Direttore Regionale dell'UNICEF per il Medio Oriente e il Nord Africa.

L'UNICEF ha lanciato un appello alla comunità internazionale per un aumento dei finanziamenti per i programmi di emergenza per acqua, servizi igienici, istruzione, salute e nutrizione, grazie ai quali vengono aiutati decine di migliaia di bambini e le loro famiglie, in Siria e nei paesi vicini. 

Leggi le altre news, storie dal campo e informazioni per donare su www.unicef.it/siria


Come puoi aiutare i bambini nella Siria 

 Anche tu puoi contribuire a salvare la vita dei bambini con una donazione online oppure con uno degli altri modi per donare:

bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia, specificando la causale “Emergenza Siria”  
carta di credito online sul nostro sito oppure telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000
bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, specificando la causale “Emergenza Siria"
- donazione presso il Comitato UNICEF della tua città (trova qui quello più vicino a te)

05/09/2012

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama