"Sarà un paese", l'Italia vista con gli occhi di un bambino

2 minuti di lettura

11/11/2014

12 novembre 2014 - Quest'anno la tradizionale ricorrenza del 20 novembre - la giornata che in tutto il mondo celebra l'approvazione della Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, avvenuta il 20 novembre 1989 - si lega a un'opera cinematografica.

L’UNICEF Italia ha infatti deciso di celebrare il 25° anniversario della Convenzione con una serata-evento al Cinema Barberini di Roma, nella quale sarà presentato “Sarà un paese”, il film del giovane regista Nicola Campiotti, al suo esordio nel lungometraggio.

Al confine tra documentario e finzione, il film esplora e racconta l’Italia di oggi attraverso lo sguardo curioso e indagatore di Elia, un bambino di 10 anni, alle prese con un Paese saturo di contraddizioni e difficoltà ma anche colmo di speranze e propositi per un futuro migliore. 

Il diritto al lavoro, l’amore per la terra, il paesaggio e l’ambiente che ci ospitano, il diritto di cittadinanza, il senso del limite, il valore del coraggio e il rispetto delle regole, l’apertura alla conoscenza e all’incontro di culture e credenze diverse, la Costituzione della Repubblica, gli esempi di buon governo. 

Questi sono alcuni dei temi narrati con grande sensibilità ed efficacia da Nicola Campiotti, nonché le principali tappe del cammino che il giovane protagonista Elia si troverà ad affrontare.

"Sarà un paese" è nelle sale cinematografiche a partire da giovedì 20 novembre con Distribuzione Indipendente.

Per l'occasione Nicola Campiotti ha girato anche un breve video dedicato ai 25 anni della Convenzione.

Scheda di Nicola Campiotti (da Cinemaitaliano.info)

11/11/2014

News ed Aggiornamenti

Un vaccino anti COVID-19 per tutti con la Rete del Dono

Scopri di più