Shakira in Azerbaigian: con l'UNICEF per promuovere sport e istruzione delle ragazze

3 minuti di lettura

15/10/2012

La popstar di fama mondiale e Ambasciatrice UNICEF Shakira ha incontrato ieri alcune giocatici del campionato femminile di calcio dell'Azerbaigian, promosso anche dall'UNICEF. La cantante ha incoraggiato le atlete a essere di esempio per i loro coetanei nel costruire il proprio futuro, cominciando dal proseguire gli studi.

Shakira si è unita ad altre celebrità intervenute per la cerimonia di chiusura della Coppa del Mondo femminile di calcio under 17, organizzata dalla FIFA - la Federazione internazionale del calcio - e ha incontrato le giovani calciatrici in una pausa delle prove per il suo primo concerto a Baku, capitale dell'Azerbaigian.

Le ragazze erano entusiaste di incontrare la popstar colombiana e di condividere con lei l'appassionato impegno per l'istruzione universale, con particolare attenzione per i bambini più svantaggiati e per i giovani.

«Il governo azero e la società civile dovrebbero collaborare per garantire che ogni bambino vada a scuola, a prescindere dal sesso e dall'estrazione sociale» ha auspicato la cantante. «Sappiamo che le regioni più problematiche sono quelle rurali, per questo è su di esse che dobbiamo concentrare gli sforzi.»

Shakira ha discusso con le giovanissime calciatrici sui modi per mettere a frutto la loro popolarità e il fascino del calcio al fine di incoraggiare altre ragazze a portare a termine gli studi, - soprattutto quelle più povere ed emarginate, che altrimenti finirebbero per sposarsi in età precoce.

«Lo sport è un potente strumento per favorire la socializzazione delle ragazze. Dal punto di vista del governo e della società in generale, lo sport può aiutare a prevenire l'abbandono scolastico» ha aggiunto Shakira.

«È una sfortuna che molte ragazze siano deluse dal tipo di istruzione che ricevono e che considerino più utile sposarsi o fare altro che non completare gli studi. L'UNICEF sta lavorando con il Ministero dell'Istruzione azero per garantire che il sistema educativo sia quanto più possibile inclusivo», ha spiegato il Rappresentante dell'UNICEF in Azerbaigian, Mark Hereward.

Il colloquio tra Shakira e le giovani atlete si è svolto in un'atmosfera estremamente cordiale. La cantante era seduta, circondata dalle ragazze, che hanno raccontato le loro esperienze e dato anche una dimostrazione del proprio talento calcistico. Al termine dell'incontro, le ragazze hanno donato a Shakira un pallone da football con le firme di ciascuna di loro. 

Shakira e le giovani calciatrici dell'Azerbaigian sono parte del movimento globale che attraverso la promozione femminile nello sport e nell'istruzione mira a creare una generazione di cittadine che abbiano pari diritti nella società e possano aspirare a realizzare i propri sogni.

(di Claudia Amico)

15/10/2012

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama