Siria, allarme per migliaia di bambini espatriati da soli

3 minuti di lettura

19/09/2013

Oltre 4.150 bambini della Siria hanno oltrepassato il confine verso i paesi vicini senza genitori o parenti adulti. Questo dato riguarda soltanto i bambini che sono stati identificati e registrati. Il numero reale è chiaramente più alto.

In Libano è arrivato il più alto numero di bambini – 1.698. Nella zona della Valle della Bekaa alcuni bambini rifugiati arrivati negli ultimi tempi sono stati trasferiti e impiegati come lavoratori nell’agricoltura locale.  

La Giordania è il secondo paese con il più alto numero di minori separati dagli adulti: 1.170, tra i quali anche bambini di appena 9 anni, la maggior parte dei quali si trova nel campo profughi di Za’atari.

In Iraq, secondo le stime dell’UNICEF, sono 300 i bambini non accompagnati arrivati di recente nel Nord (Kurdistan). Molti di loro lavorano per dare un sostegno economico alle proprie famiglie. 

Ognuno di questi bambini ha assistito, o è stato vittima di livelli di violenza terribili. Separati dai propri parenti o da coloro che se ne sono presi cura, sono estremamente vulnerabili a sfruttamento e abusi.

Ci sono molte ragioni per cui i bambini stanno lasciando la Siria da soli. Molti hanno perso i propri familiari nei combattimenti, e fuggono semplicemente per avere salva la vita. Altri stanno lasciando la Siria per riunirsi con i membri delle proprie famiglie, che erano fuggiti in precedenza. Altri ancora sono stati mandati via dai propri genitori per paura che potessero essere arruolati.

Molti stanno lasciando la Siria o sono stati mandati via perché semplicemente non c’è più lavoro e le famiglie versano in condizioni economiche disperate. Altri ancora abbandonano il paese perché solo così possono accedere a servizi di base come acqua, cibo e riparo.

L’UNICEF sta lavorando con le organizzazioni partner per identificare i bambini separati e non accompagnati al fine di garantire loro protezione, riparo, cure mediche, assistenza psicologica e iatruzione fino a quando genitori e familiari non saranno rintracciati.

Come puoi aiutare i bambini nella Siria 

Anche tu puoi contribuire a salvare la vita dei bambini con una donazione online oppure con uno degli altri modi per donare:

  • bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia, specificando la causale “Emergenza Siria”   
  • carta di credito online sul nostro sito oppure telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000 
  • bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, specificando la causale “Emergenza Siria
  • donazione presso il Comitato UNICEF della tua città (trova qui quello più vicino a te)

19/09/2013

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama