Siria, il trauma dei bambini profughi (video)

1 minuto di lettura

16/07/2012

Per questi bambini fuggiti dal conflitto che sta insaguinando la Siria ormai da un anno anche una scuola improvvisata, organizzata dagli stessi genitori dei piccoli profughi, è un'importante opportunità per cercare un senso di normalità ed iniziare a elaborare i gravissimi traumi sofferti in patria.

Lo testimoniano i drammatici disegni mostrati dal preside di questa scuola atipica (196 alunni), come pure il racconto del ragazzo di 16 anni (Sayed, ma il nome è di fantasia) che si interrompe per le lacrime mentre ricorda l'uccisione di un suo amico.

Siamo ad Antakya, capoluogo della provincia di Hatay, nell'estremità meridionale della Turchia, a pochi chilometri dal confine siriano. Le immagini sono state girate nel maggio 2012. I volti dei bambini sono stati oscurati e i loro nomi modificati, perché il rischio di essere riconosciuti dalle forze fedeli al regime di Assad e subire rappresaglie è molto concreto.

Video in lingua originale (inglese e arabo), voce narrante: Patrick Wells, UNICEF.
 

16/07/2012

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama