Emergenza Siria: una clinica mobile nel campo profughi di Za'atari

2 minuti di lettura

03/09/2012

L'UNICEF, in collaborazione con il Ministero della Salute Giordano, ha realizzato nel campo profughi di Za'atari di una clinica mobile per vaccinare e visitare settimanalmente tutti i bambini, con particolare attenzione a quelli minori di 5 anni.

Il campo Za'atari, in Giordania, ospita attualmente 24.000 persone che sono fuggite dalla vicina Siria, dove la violenza non accenna a diminuire. 

Molte famiglie si trovano lontano da casa dall'inizio della guerra, quindi da oltre un anno. I bambini devono ricevere cure mediche e visite di controllo, per non essere esposti al rischio di contagio di malattie, che in condizioni precarie come queste diventa sempre più alto.

Nei prossimi due mesi, si stima che il numero delle presenze all'interno del campo salirà a 70.000 persone. La metà di questi sono bambini.   

La clinica mobile potrà garantire ai bambini visite mediche settimanali e vaccinazioni salvavita.

Gli operatori UNICEF (nella foto) stanno già informando la popolazione, camminando tenda per tenda all'interno del campo per parlare con i genitori e avvisarli che possono portare i bambini alla clinica, per avere una visita completa ed essere vaccinati. 

L'UNICEF è presente in Siria nei paesi vicini, intervenendo in tutti i settori principali: l'UNICEF sta operando attraverso settori prioritari di intervento - sanità, nutrizione, acqua e igiene, istruzione, protezione dell'infanzia, fornitura di generi di primo soccorso – sia in Siria sia nei paesi confinanti che accolgono i profughi in fuga dal conflitto. per sapere cosa stiamo facendo e come aiutare: www.unicef.it/siria 


 

03/09/2012

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama