Somalia, escalation di violenze sui bambini

3 minuti di lettura

15/11/2011

Dona ora

L’UNICEF esprime estrema preoccupazione per l’impatto che l’escalation del conflitto in Somalia sta avendo sui bambini.

«Un numero crescente di bambini e civili adulti sono stati catturati durante gli attacchi e i combattimenti che si stanno verificando in tutto il Sud e il centro del Paese» ha riferito il Rappresentante dell'UNICEF in Somalia, Sikander Khan. «Nelle ultime settimane c’è stato un preoccupante aumento di omicidi e ferimenti gravi nei confronti di bambini
 
Secondo le fonti delle Nazioni Unite che monitorano le violazioni dei diritti dei minori, sono 24 i bambini e ragazzi uccisi durante i combattimenti nel solo mese di ottobre, quasi il doppio rispetto al numero medio degli altri mesi dell’anno.
 
Sempre nel mese di ottobre si sono registrati 58 ferimenti gravi di minori, più che in qualsiasi altro mese di quest'anno. Alla data odierna, risultano nel 2011 circa 300 minori gravemente feriti e oltre 100 uccisi a causa del conflitto.
 
«Questi sono i dati che possiamo confermare come certi, ma è assai probabile che il numero reale di ferimenti e uccisioni sia ancora maggiore se si considerano i casi non dichiarati o non confermati» ha aggiunto il Rappresentante dell'UNICEF.
 
Preoccupano l'UNICEF anche il reclutamento e l'impiego di minorenni nei combattimenti, e gli abusi sessuali su ragazze e donne. Nel 2011, riferiscono fonti ONU, sono stati registrati in Somalia oltre 600 arruolamenti di minorenni e oltre 200 casi di stupro, per lo più ai danni di ragazze.
 
«La vita dei bambini somali è sempre più a rischio a causa del perdurante conflitto. Appellandoci al diritto internazionale, esortiamo tutte le parti in conflitto in Somalia a fermare le uccisioni, i ferimenti, il reclutamento e lo stupro di minori. Tutti i bambini devono immediatamente essere messi al sicuro e protetti dalle ostilità» ha proseguito Sikander Khan.
 
L’escalation della violenza mette a repentaglio anche gli aiuti umanitari per coloro che ne hanno bisogno.
 
«Molti, fra le centinaia di migliaia di bambini che già rischiano la vita per fame o malattie, adesso corrono il rischio di vedersi privati dell'assistenza da cui dipende la loro vita. Facciamo appello a tutte le parti per consentirci di continuare a assistere i bambini e le donne che ne hanno urgente bisogno. Migliaia di vite sono in gioco e non possiamo stare a guardare”, ha concluso Khan.

Come puoi aiutare

Anche tu puoi contribuire a salvare la vita dei bambini con una donazione online oppure con un degli altri modi per donare:

bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia, specificando la causale “Emergenza Corno d’Africa”  
carta di credito online sul nostro sito oppure telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000
bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, specificando la causale “Emergenza Corno d’Africa"
- donazione presso il Comitato UNICEF della tua città (trova qui quello più vicino a te)

15/11/2011

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama