Sri Lanka: la storia di Dilushana

2 minuti di lettura

21/09/2010

 22 settembre 2010 - In uno dei villaggi piu remoti dello Sri Lanka, è il primo giorno di scuola. I bambini tornano di nuovo sui banchi dopo l'interruzione delle lezioni, causata dalla guerra civile e dallo Tsunami del 2004.

Tra gli alunni ci sono anche due sorelle: Dhanushiha  (11 anni) e Dilushana (8 anni).

Hanno nomi simili e una storia comune, fatta di terrore e violenza: la loro mamma infatti è stata uccisa durante la guerra civile, e le due sorelline sono rimaste sole in balia di se stesse.

Dopo essere state accolte da una vicina di casa, ed essersi arrangiate per poter sopravvivere, ora le due bambine si riuscono con i loro coetanei e passano gran parte della loro giornata in un luogo protetto. 

La scuola per loro non è solo un maestro e dei libri da studiare, ma anche un posto sicuro dove poter avere fiducia negli adulti e reinserirsi all'interno della comunità.

Dilushana, la sorella più piccola, parla della sorella maggiore come fosse sua madre «Dilushina fa tutto per me, lava i miei vestiti, mi aiuta nei compiti e mi pettina i capelli e mi aiuta a fare il bagno».

Da ora queste non saranno le sue uniche occupazioni, perché tra i suo impegni ci sarà anche la scuola.

Il lavoro dell'UNICEF in Sri Lanka si concentra soprattutto sulla ricostruzione della scuole, in seguito allo tsunami

21/09/2010

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama