Ancora una strage di bambini a Hodeidah (Yemen)

2 minuti di lettura

02/04/2018

3 aprile 2018 - Le Nazioni Unite hanno accertato che diversi bambini sono rimasti uccisi durante un bombardamento aereo avvenuto ieri nella città di Hodeidah, sulla costa occidentale dello Yemen.
 
Diversi bambini sono al momento considerati scomparsi, mentre altri, feriti e uccisi, continuano ad essere estratti dalle macerie.

Quello di ieri è stato uno dei più gravi attacchi, per vittime fra i bambini, da quando il conflitto è riesploso nello Yemen nel marzo 2015.

Nessuna delle parti coinvolte in questa guerra brutale ha, neppure per un istante, rispettato i principi fondamentali del diritto umanitario bellico sulla protezione dell'infanzia. 

I bambini continuano a rimanere vittime di attacchi indiscriminati e sproporzionati contro la popolazione civile.

Oggi la comunità internazionale si incontra a Ginevra per concordare una risposta umanitaria alla spaventosa crisi in corso nello Yemen.
 
L’UNICEF chiede a tutte le parti in conflitto e a tutti coloro che hanno un’influenza su di esse di agire subito e di rispettare i loro obblighi di tutelare i bambini dai pericoli della guerra.
 
Non ci sono assolutamente giustificazioni per un disinteresse così spudorato nei confronti dei diritti dei bambini e del diritto internazionale umanitario.

  • 22,2 milioni di persone (pari al 75% della popolazione) nello Yemen hanno bisogno di assistenza umanitaria: tra loro circa 11,3 milioni sono bambini e ragazzi di età inferiore ai 18 anni
  • 1,8 milioni di bambini sotto i 5 anni e 1,1 milioni di donne in gravidanza o in allattamento soffrono di malnutrizione acuta, con un aumento del 128% rispetto al periodo precedente il riacutizzarsi del conflitto
  • Un milione di bambini sono stati sfollati a causa della guerra
  • 16 milioni di yemeniti, tra cui quasi 8,2 milioni di bambini, hanno bisogno di aiuto per avere o mantenere un accesso all'acqua potabile o a servizi igienici adeguati
  • Da quando il conflitto è riesploso, nel marzo 2015, 2.195 bambini sono rimasti uccisi, 3.387 mutilati, 2.443 sono stati arruolati per combattere, 279 sono stati sequestrati o detenuti  arbitrariamente
  • Già nel 2016 un sondaggio condotto in 6 Governatorati del paese rivelava come quasi 3/4 delle donne si fossero sposate prima di compiere 18 anni, e quasi metà persino prima dei 15 anni

  • Il 78% della popolazione yemenita vive in povertà, l'80% ha bisogno di una qualche forma di sostegno, di protezione sociale, compresa l'assistenza in denaro; 
  • 1,8 milioni di bambini sono a rischio di malattie diarroiche e 1,3 milioni esposti a rischio di polmonite,le prime due cause di mortalità infantile a livello globale.

02/04/2018

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama