Sud Sudan, aiuti UNICEF per migliaia di sfollati a Juba

2 minuti di lettura

13/07/2016

14 luglio 2016 – A seguito dei violenti combattimenti che hanno avuto luogo negli ultimi giorni a Juba, capitale del Sud Sudan, l’UNICEF e le organizzazioni partner stanno garantendo assistenza umanitaria a migliaia di civili sfollati.

Quattro camion di aiuti sono partiti dai magazzini dell’UNICEF diretti a un sito di protezione per gli sfollati delle Nazioni Unite a Juba e nella mattinata di oggi, non appena è diventato possibile muoversi in città, è stato dato inizio alla distribuzione del carico. Sono stati inoltre distribuite alimenti ad alto contenuto proteico in due chiese nelle quali avevano trovato rifugio molte famiglie.

«Le persone più duramente colpite da questi scontri stanno lottando per far fronte alla situazione in condizioni spaventose» commenta Mahimbo Mdoe, Rappresentante UNICEF nel Sud Sudan. «Hanno un disperato bisogno di acqua, cibo e assistenza medica».


I principali aiuti distribuiti oggi includono alimenti terapeutici e articoli per l'igiene personale (taniche per l’acqua, sapone). Nella giornata di domani saranno distribuiti anche kit sanitari di base e giochi per bambini.

I team dell’UNICEF e delle organizzazioni partner stanno effettuando stime per stabilire l'esatta l’entità dei bisogni umanitari sul posto, e hanno inoltre iniziato a identificare i bambini che sono rimasti separati dai loro genitori o parenti durante la fuga precipitosa dalle aree di conflitto.

L'UNICEF ha programmato interventi di aiuto per 50.000 persone colpite da questa recrudescenza del conflitto interno sud-sudanese.

«Stiamo rispondendo a questa nuova crisi, e la nostra risposta si intensificherà, ma è di importanza vitale poter raggiungere ogni persona bisognosa di aiuto. Per questo chiediamo un accesso umanitario totale e senza restrizioni», conclude il Rappresentante UNICEF.

13/07/2016

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama