Ucraina: attacco a una scuola nel Lugansk. Colpiti i civili, compresi i bambini, che vi si erano rifugiati

1 minuto di lettura

09/05/2022

"L'UNICEF condanna fermamente l'ennesimo attacco a una scuola in Ucraina; secondo le notizie, i civili, compresi i bambini, avevano cercato rifugio nel bunker della scuola.

Non sappiamo ancora quanti bambini potrebbero essere stati uccisi o feriti nel bombardamento segnalato, ma temiamo che questo attacco abbia provocato altri morti fra i bambini, dopo che già centinaia di loro hanno perso la vita in questa guerra. Le famiglie che sono state coinvolte in questo attacco avrebbero dovuto celebrare oggi la festa della mamma in Ucraina, non piangere la perdita dei propri cari.

Le scuole non devono mai essere attaccate o utilizzate per scopi militari. Prendere di mira i civili e gli obiettivi civili, comprese le scuole, è una violazione del diritto internazionale umanitario. Quest'ultimo attacco è solo uno dei tanti casi in questa guerra in cui abbiamo visto un palese disprezzo per le vite dei civili".

Dichiarazione del Direttore generale dell'UNICEF, Catherine Russell.

09/05/2022

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama