Ucraina: consegnate 250.000 dosi di vaccini contro tubercolosi, difterite, tetano, pertosse, epatite B e Hib

2 minuti di lettura

22/12/2022

L'UNICEF ha consegnato all'Ucraina 190.000 dosi di vaccino BCG contro la tubercolosi e 60.000 dosi di vaccino combinato per la prevenzione di pertosse, difterite, tetano, epatite B e Haemophilus influenzae di tipo B (Hib) (con una componente di pertosse a cellule intere). 

"Nonostante la guerra, la vaccinazione dei bambini continua secondo il programma nazionale di vaccinazione", ha dichiarato il viceministro della Sanità e medico sanitario statale Ihor Kuzin. "Ringraziamo i nostri partner per la loro assistenza in questo momento difficile. La tubercolosi è molto pericolosa per i neonati e i vaccini 5-in-1 diventano più importanti se si considerano le possibili interruzioni delle forniture. Grazie a questo vaccino, un bambino riceverà una protezione contro cinque malattie in una sola volta".

"L'UNICEF continua a sostenere i bambini ucraini, anche attraverso l'approvvigionamento e la consegna dei vaccini previsti dal calendario nazionale delle vaccinazioni", ha dichiarato Murat Sahin, Rappresentante dell'UNICEF in Ucraina. "Durante la guerra, la vaccinazione non ha perso la sua importanza - al contrario, la protezione dalle infezioni è diventata ancora più urgente. Se avete accesso ai servizi di vaccinazione nella vostra zona, usateli - non rimandate la vaccinazione a più tardi, soprattutto se avete saltato una dose precedente. In un momento in cui il pericolo è ovunque, proteggete il vostro bambino dalle malattie prevenibili con il vaccino"

Attualmente, l'Ucraina riceve vaccini forniti dall'UNICEF con i fondi dei donatori. Quest'anno, l'UNICEF ha già consegnato vaccini contro poliomielite, morbillo-rosolia-parotite, difterite-tetano, epatite B e rabbia. I vaccini inclusi nel calendario vaccinale nazionale sono disponibili gratuitamente per la popolazione. 

L'UNICEF, insieme ai partner, continua a sostenere l'Ucraina nel rispondere alla situazione di emergenza umanitaria creata dalla guerra, anche fornendo medicinali e attrezzature mediche, potenziando le capacità degli operatori sanitari, riparando i rifugi antiatomici negli ospedali ucraini, fornendo assistenza alle famiglie con bambini e conducendo attività didattiche per i bambini, i loro genitori, gli operatori sociali e gli insegnanti.

22/12/2022

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama