Ucraina: consegnate 3.000 dosi di vaccino contro l'epatite A

3 minuti di lettura

01/09/2023

L'UNICEF ha consegnato 3.000 dosi di vaccino contro l'epatite A all'Ucraina, in risposta a una richiesta del Ministero della Salute ucraino. La consegna fa parte del sostegno dell'UNICEF ai bambini e alle famiglie delle regioni di Kherson e Mykolaiv per proteggerli dal rischio di malattie trasmesse dall'acqua, tra cui l'epatite A, in seguito all'attacco alla diga di Kakhovka all'inizio di giugno.

"Siamo impegnati a sostenere il Ministero della Sanità ucraino nell'adozione di misure volte a prevenire possibili epidemie e a proteggere la salute dei bambini e delle famiglie colpite nelle regioni di Kherson e Mykolaiv", ha dichiarato Murat Sahin, Rappresentante dell'UNICEF in Ucraina. "Questo vaccino aiuta a proteggere dall'epatite A, affrontando una delle principali minacce per la salute causate dalle inondazioni dopo l'attacco alla diga di Kakhovka".

"La vaccinazione contro l'epatite A è una componente fondamentale nella prevenzione di questa malattia virale. L'agente patogeno entra nel corpo umano attraverso cibo o acqua contaminati. Questa vaccinazione non è obbligatoria nel programma di immunizzazione, ma è altamente raccomandata sia per i bambini che per gli adulti", ha dichiarato Ihor Kuzin, Viceministro e Responsabile medico sanitario di Stato. "L'Ucraina ha ricevuto questo vaccino nell'ambito della cooperazione tra il Ministero della Salute e l'UNICEF, e sarà distribuito secondo le necessità, visti i rischi esistenti nelle aree colpite".
 

Approvviggionamenti resi possibili dal governo del Giappone

L'UNICEF, partner fidato del Ministero della Salute ucraino, ha fornito il proprio sostegno attraverso l'approvvigionamento e la consegna dei vaccini contro l'epatite A, resi possibili dai finanziamenti del Governo del Giappone.

La malattia è strettamente associata ad acqua o cibo non sicuri e a condizioni igieniche inadeguate. Le epidemie legate a cibo o acqua contaminati possono scoppiare in modo esplosivo e prolungarsi, colpendo le comunità per mesi. Chiunque non sia stato vaccinato può essere contagiato dal virus dell'epatite A. 

Nel 2022 e 2023, per sostenere l'immunizzazione in Ucraina, l'UNICEF ha fornito oltre 2,89 milioni di dosi di vaccini (vaccino antipolio, vaccino antipolio orale, epatite B, tetano-difterite, difterite-tetano, morbillo-parotite-rosolia, BCG per la tubercolosi, vaccino pentavalente, rabbia) su richiesta del Ministero della Salute e del Servizio Sanitario Nazionale dell'Ucraina.

01/09/2023

News ed Aggiornamenti

Dona 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama