UNICEF e FIGC insieme per uno sport 'senza trucchi'

3 minuti di lettura

02/12/2013

3 dicembre 2013 - È stato firmato questa mattina a Roma l'accordo di collaborazione tra UNICEF Italia e FIGC - Federazione Italiana Giuoco Calcio per il progetto “Campioni senza trucco – Dalla scuola alla vita! Educhiamo ai valori dello sport e alla lotta al doping”, alla presenza del Presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera  e del Presidente FIGC Giancarlo Abete.  

Attraverso il coinvolgimento di oltre 6.000 ragazzi, di quattro città nelle diverse macroregioni italiane - Crema, Pescara, Firenze e Potenza - il progetto-pilota si rivolge alle prime classi degli Istituti superiori per creare un contatto reale e continuo con gli studenti sul doping e su altre tematiche a sfondo etico e sociale.

«La lotta al doping è per noi un tema centrale, che si inquadra nella volontà della Federcalcio di garantire il corretto svolgimento delle competizioni» ha sottolineato il Presidente della FIGC Abete, «in particolare favorendo la pratica sportiva nel rispetto della tutela sanitaria degli atleti, siano essi professionisti o dilettanti. In questo contesto il ruolo delle istituzioni sportive risulta fondamentale non solo per quanto concerne la vigilanza e la legalità, ma soprattutto sotto il profilo educativo.»
   
«Abbiamo sentito con forza il bisogno di far nascere un progetto che coinvolgesse, ancora una volta attraverso lo sport e in collaborazione con la FIGC, migliaia di studenti in tutta Italia» ha dichiarato il Presidente dell’UNICEF Italia Guerrera. «Vogliamo promuovere la conoscenza delle regole che governano lo sport e delle corrette abitudini sportive. Vogliamo diffondere la cultura di un approccio virtuoso al gioco e allo sport. Vogliamo che ogni bambino e ogni adolescente sia portatore di valori quali il rispetto dell’altro, la lealtà, l’integrazione e la solidarietà.»

Il progetto “Campioni senza trucco”, sarà presentato durante un incontro pubblico nella mattinata di domani, mercoledì 4 dicembre 2013, nella splendida cornice del Salone de’ Dugento a Palazzo Vecchio a Firenze, alla presenza, tra gli altri, del Commissario Tecnico della Nazionale di calcio italiana Cesare Prandelli.

Al termine del percorso di apprendimento, gli studenti coinvolti parteciperanno alla realizzazione di un video sui temi dell’etica e del doping.
 

Il ruolo educativo dello sport 

L'UNICEF riconosce pienamente il ruolo decisivo che le attività fisiche e sportive ricoprono nella vita dei bambini e dei ragazzi. 

Lo sport, le attività ricreative e il gioco sono modalità divertenti per apprendere e fare propri valori e lezioni che dureranno per tutta la vita. 

Gioco e sport promuovono l'amicizia e la correttezza, la capacità di fare squadra e la disciplina, il rispetto per l'altro e tutte quelle qualità che aiutano un bambino a diventare un individuo consapevole e solidale, a imparare ad affrontare le sfide della vita e a sviluppare l'autostima e la capacità di leadership.

02/12/2013

News ed Aggiornamenti

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama