Catania

Organizzata a Giarre Riposto la Marcia dei diritti per il 30° della Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

2 minuti di lettura

17/12/2019

17 dicembre 2019 - Il 20 novembre, in occasione del 30° anniversario della ratifica della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, la sezione “Giarre-Riposto” della F.I.D.A.P.A., presieduta da Maria Pia Russo, ha promosso e organizzato la “Marcia dei diritti 2019”, in partnership con il Comune di Giarre, sindaco Angelo D’Anna, e il Comitato Provinciale di Catania per l’UNICEF, presidente Ambra Picasso.

Accompagnati da numerose signore fidapine, gli alunni del 1°, 2° e 3° Circolo didattico e dell’Istituto “Sacro Cuore”, insieme alle loro insegnati e a tante mamme, con la partecipazione dell’Associazione “Un’Altra Storia, presente l’Ins. Anna Caltabiano, hanno marciato da piazza Duomo a piazza Carmine, con cartelloni che sottolineavano la necessità del rispetto dei loro diritti e di quelli dei loro coetanei che vivono in ogni parte del mondo, come stabilito dalla Convenzione ONU, e l’applicazione della “Nuova Carta dei diritti della bambina”, adottata lo scorso anno dal Comune di Giarre, su proposta della locale sezione F.I.D.A.P.A.

In piazza Carmine gli alunni delle scuole aderenti hanno dato vita ad una performance ricca di messaggi rivolti alla società civile, affinché si impegni a costruire un mondo migliore per tutti, presenti Angela Sciacca, Lucia Cardillo e Teresa Gangemi, referenti, rispettivamente, del 1°, 2° e 3° Istituto Comprensivo, insieme a Maria Caserta dell’Istituto Paritario “Sacro Cuore”.

Sono intervenuti, Vincenzo Lorefice, Presidente del Comitato Regionale Sicilia per l’UNICEF, la Vice Sindaco, Patrizia Lionti e la Baby Sindaco, Francesca Grasso, insieme alla Dirigente del 3° Istituto Comprensivo, Rossana Maletta. Ha egregiamente presentato l’iniziativa Maria Privitera, segretaria della Sezione F.I.D.A.P.A. Giarre-Riposto”.

17/12/2019

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama