Ferrara

Germogli di speranza. A Ferrara un progetto di inclusione e integrazione per i bambini profughi

1 minuto di lettura

31/05/2022

  • Una bambina innaffia le piantine cresciute nell'orto, osservata da una operatrice della Coldiretti

Il comitato provinciale per UNICEF di Ferrara ha organizzato su invito del Prefetto -  un percorso di integrazione, socializzazione rivolto a bambini e profughi ucraini giunti a Ferrara e alle loro mamme.
Con il fine di fornire aiuto e sostegno ha promosso l’attivazione di un circuito virtuoso in grado di consolidare e ampliare la capacità di resilienza e il benessere psicosociale dei singoli e dei gruppi coinvolti, valorizzando la pratica dell’accoglienza, della collaborazione e della solidarietà, in un clima di serenità e di gioco.

Tra le varie attività, l’UNICEF di Ferrara ha proposto un laboratorio orto, che ha coinvolto  i bambini ad  organizzare lo spazio, zappare, seminare estirpare, raccogliere ortaggi sia presso orti cittadini, che musei, giardini, spazi urbani.

Grazie alla presenza di volontari UNICEF e un mediatore culturale è stato possibile dialogare con i bambini e le loro mamme e spiegare il percorso dalla semina al raccolto, alla concimazione biologica. 
Per il raccolto dei frutti ci vorrà tempo, ma arriveranno a compensare le fatiche e la cura con la quale i bambini hanno lavorato.

Un auspicio di pace per tutti.

31/05/2022

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama